22 Settembre 2022 - 10:31

Da “La Masia” a Udine, la seconda vita di Gerard Deulofeu

Nell'Udinese rivelazione e ammazza-grandi di questo inizio di stagione, spicca la figura e la storia di Gerard Deulofeu

deulofeu

La prima parte di Serie A 2022/2023 è stata sconvolta come un uragano dal fenomeno Udinese. I friuliani, quest’anno allenati da Andrea Sottil, si trovano in 3a posizione dopo 7 giornate, a una sola lunghezza dalle capoliste Atalanta e Napoli e hanno già collezionato una serie di vittorie impressionante tanto da guadagnarsi il titolo di “Ammazza-grandi”. 4 gol alla Roma di Mourinho e Dybala e 3 gol all’Inter vice-campione d’Italia non sono risultati casuali e sono frutto di un lavoro di squadra sontuoso dove spicca qualche individualità importante. Una su tutte, “l’eterno bambino” Gerard Deulofeu.

Chi è Gerard Deulofeu

Nato a Riudarenes il 13 Marzo 1994, Gerard muove i primi passi calcistici con il Barcellona, completando il suo “Cursus Honorum” con il debutto in Prima Squadra nel Barcellona stellare di Xavi, Iniesta e Messi. Con questi fenomeni vicino, gli spazi sono ridotti e così il talentino spagnolo tutto estro e fantasia cerca fortuna all’estero. Everton e Watford in Inghilterra, Siviglia in Spagna e Milan in Italia sono le tappe della vita calcistica di Deulofeu che arriva poi nel 2020 a Udine dopo un grave infortunio al ginocchio. In Friuli riesce finalmente a mettere radici, per lui in bianconero fino ad ora 14 gol in 54 presenze.

Il Percorso di Deulo

Per ogni baby fenomeno nato e cresciuto nelle mitiche e leggendarie giovanili del Barcellona, l’obiettivo è quello di affermarsi in Prima Squadra e quando questo non succede (vedi i vari Bojan Krkic e Riqui Puig) si pensa sempre a un talento sprecato ma nel caso di Gerard Deulofeu questo ragionamento non sarebbe giusto. In primis perché il 10 friuliano a 28 anni non ha ancora chiuso la sua carriera europea e per una grande “Last Chance” non è ancora detta l’ultima parola. Inoltre, non sono chiuse neanche le porte della Nazionale Spagnola, in un periodo comunque non felicissimo per il movimento spagnolo a livello di nazionale. Infine, dopo aver accarezzato il trasferimento al Napoli nell’ultima sessione di calciomercato, l’anno prossimo potrebbe arrivare il secondo (e ultimo) treno per arrivare una big e chissà, affermarsi definitivamente nel calcio mondiale ad alti livelli.

What’s Next

Come detto, il prossimo step della carriera di Deulofeu sarebbe l’approdo in un Top Club italiano o europeo. Nel frattempo Udine si godrà le giocate dell’ex Barca almeno fino a fine stagione e l’inizio di questa Serie A è da sogno. Il gol ancora non è arrivato ma gli assist del numero 10 sono già 5, gli ultimi due contro l’Inter domenica scorsa. In coppia con Beto, supportati da un impianto di squadra solido e affiatato, i bianconeri potrebbero tornare ai fasti di un tempo e sognare in grande. Nel segno di Deulo.