Aic, Damiano Tommasi si dimette: per la successione favorito Tardelli



Tommasi
Foto: YouTube LA7

Damiano Tommasi non è più il presidente dell’Aic. L’ex giocatore della Roma si è dimesso questo pomeriggio. Umberto Calcagno sarà nominato presidente facente funzioni

Dopo nove anni, e quasi tre mandati, Damiano Tommasi non è più presidente dell’Aic, l‘Associazione Italiana Calciatori. L’ex giocatore della Roma, in carica dal 2011, si è dimesso questo pomeriggio, anticipando la fine del suo terzo ed ultimo mandato.

Infatti, Tommasi non si sarebbe potuto ricandidare, in quanto il regolamento dell’Aic prevede che un Presidente non possa svolgere più di tre mandati, anche non consecutivi: “Coloro i quali abbiano ricoperto per tre mandati, anche non consecutivi, la carica di Presidente, allo scadere del terzo mandato non saranno rieleggibili nella medesima carica”.

L’ex calciatore potrà essere eletto presidente onorario: “Su proposta del Presidente eletto, il Consiglio Direttivo potrà conferire al Presidente uscente la carica di Presidente Onorario, il quale potrà partecipare alle riunioni del Consiglio Direttivo, senza diritto di voto”.

Il Consiglio direttivo nominerà Umberto Calcagno presidente facente funzioni, che rimarrà fino alla data delle nuove elezioni. Calcagno avrà anche il compito di convocare la nuova assemblea elettiva. Per la successione di Tommasi, il favorito è l’ex calciatore della Juventus Marco Tardelli, che ha già presentato la propria candidatura

Leggi anche