Lumia

Lumia segna numeri negativi, in casa Microsoft non tutto luccica

[ads1]L’analisi dei dati riguardanti i risultati del 2015, Microsoft non può far altro che constatare il risultato negativo conseguito dalla linea Lumia, gli smartphone che affiancano i Surface e l’altro parco prodotti della casa fondata da Bill Gates.

L’innovazione nel settore PC/Laptop introdotta con i Surface ha colpito positivamente il mercato, influenzando evidentemente anche, nel caso di produttori terzi, l’idea di computer: non più tastiera e display, ma versatilità. E’ stata, insomma, la vittoria dei 2-in-1.

Il caso Lumia è ben diverso.

La divisione smartphone di Microsoft, tempo fa acquistata da Nokia, nonostante il buon lavoro fatto sotto la direzione di Nadella, segna numeri negativi sul tabellone. La vera novità, o meglio, quella che avrebbe dovuto essere la carta vincente, è stata Continuum, ovvero la possibilità di utilizzare il telefono come un PC portatile, collegabile a monitor esterno e capace di garantire un continuo flusso di lavoro tra i diversi device di Microsoft.

A mancare, però, è stato il vero supporto nel parco applicazioni: sono pochissime le Universal App.

In un anno Microsoft, infatti, ha registrato una visibile flessione delle vendite. L’anno prima si sono avuti circa 10,5 milioni di terminali, l’anno appena concluso registra numeri pari a 4,5 milioni.

Lumia

Quali siano le future mosse di Microsoft non è chiaro, ma sicuramente si sta vivendo una situazione piuttosto delicata per Windows Mobile. La crisi c’è, inutile negarlo, ma quali saranno le manovre future del produttore non è ancora chiaro. [ads2]