Carrefour : prodotti a rischio per i celiaci

Il Carrefour ha diramato un avviso urgente ai consumatori relativo alle confezioni Crema di Riso della Alce Nero Baby Food

project adv

Carrefour Italia ha diffuso un avviso urgente, ritirando immediatamente la Crema di Riso della Alce Nero Baby Food.

Carrefour: prodotti a rischio per i celiaciInerentemente al prodotto, da 250 gr. lotto: 343/15 data minima di scadenza: 09-12-2016 della ditta Alce Nero SpA, la direzione della catena di grande distribuzione ha segnalato che “è stata riscontrata una anomalia sul prodotto. La non conformità è inerente ad aspetti legati al confezionamento errato del prodotto all’interno della sua confezione”.

La non conformità riguarda la mancata indicazione rivolta alle persone che soffrono di celiachia, per un prodotto che dovrebbe essere Gluten Free. “All’interno della confezione Crema di Riso potrebbe esservi traccia di crema di farro (farina con GLUTINE) ” – come sottolineato dalla Carrefour nella spiegazione delle ragioni inerenti al ritiro dal commercio.

Si suppone che nel corso di un’ispezione tra gli ingredienti di questo prodotto, siano state trovate gemme di farro, nonostante sulla confezione appaia la dicitura “senza glutine”. Il prodotto potrebbe quindi causare reazioni quali un senso di prurigine in bocca o nausea. In casi estremi, non può essere escluso lo shock anafilattico.

Le confezioni non si trovano più sugli scaffali e i consumatori, affetti da allergia o intolleranza al glutine che le hanno acquistate – riferisce Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” – sono invitati a non consumare il prodotto e a riportarlo al punto vendita per la sostituzione.

Video del giorno

CONDIVIDI
Articolo precedenteDati negativi per Lumia e Windows Phone
Prossimo articoloGoverno Renzi, varato il rimpasto

Classe 1986, specializzata con lode in Storia dell’Arte Contemporanea [cattedra di Carla Subrizi, La Sapienza] con la tesi “Trouble Every Day: Tous Cannibales, la voracità da tabù ad arte, dall’arte alla società”. Da sempre interessata all’arte come alla scrittura, e alla comunicazione in genere, scrive di cultura, politica e attualità. Storica dell’Arte, esperta SEO e freelancer per vocazione, attualmente collabora anche con Artribune e Tiragraffi Magazine. Da marzo 2013 cura un personale blog sull’arte: ArtFriche Zone. “Soltanto quando il senso di associazione nella società non è più abbastanza forte da dare vita a concrete realtà, la stampa è in grado di creare quell’astrazione, il pubblico” (Dwight MacDonald).