De Luca dà forfait alla cerimonia di proclamazione



Proclamato Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca non si presenta nella sede della Regione in via Santa Lucia per il tradizionale passaggio di consegne

Continuano i colpi di scena nella già tormentata questione “Vincenzo De Luca”. Il nuovo Governatore della Campania, eletto con 980.743 voti validi, nella scorsa tornata elettorale, ha dato forfait alla cerimonia ufficiale di Proclamazione.

Nell’aula Arengario gremita come non mai, si dava per scontata la presenza di Vincenzo De Luca che invece non ha presenziato alla proclamazione che di fatto si circoscrive in un atto formale.

De Luca
Vincenzo De Luca

Sel e Movimento 5 Stelle chiedono sospensione immediata. Il Pd, invece, dichiara che la “proclamazione si perfeziona con insediamento Consiglio”.

Intanto, Stefano Caldoro lascia Palazzo Santa Lucia e lo annuncia con un tweet.

In corso d’opera le nomine dei consiglieri regionali, prevista ufficialmente per venerdì prossimo. Ancora in forse l’oramai rinomata Legge Severino.

La prima offensiva arriva dal gruppo parlamentare di Forza Italia: – “Se a proclamazione avvenuta qualcuno, e mi riferisco al presidente del Consiglio, dovesse ritardare la sospensione commetterebbe il reato di abuso di ufficio”, spiega in conferenza stampa, il capogruppo alla Camera, Renato Brunetta.

“Noi non vorremmo che il presidente del Consiglio commettesse un reato – aggiunge Paolo Russo – se ciò si dovesse verificare, siano pronti a rivolgerci alle autorità competenti”.

Leggi anche