de zerbi
Da Youtube

Il tecnico dei neroverdi, alla vigilia del match contro i rossoneri, ha fatto trasparire tutta la sua amarezza per quello che lui stesso definisce “un colpo di stato”

Dalla notte di domenica non si parla d’altro. La creazione della Superlega ha generato un terremoto nel mondo del calcio che probabilmente sconvolgerà di molto il modo in cui lo vediamo oggi. Per i fondatori della nuova lega la creazione era necessaria affinchè non fallisse il sistema ma in molti hanno attaccato questa ragione. “Un calcio che diventa elitario e di pochi prescelti le accuse predominanti, e tra i contrari, in ordine di tempo, si è aggiunto anche il tecnico del Sassuolo De Zerbi che ha definito il tutto come un “colpo di stato”.

Potrebbe interessarti:

Alla vigilia del match contro il Milan, De Zerbi in conferenza stampa non ha usato giri di parole attaccando velatamente anche i rossoneri:Sono molto arrabbiato perché domenica è stato fatto un colpo di stato! Questo episodio equivale un colpo di stato nel calcio, nei contenuti e nella modalità. Fare una SuperLega dove loro decidono chi deve entrare e decidono chi sta fuori, va a togliere l’essenza del calcio. Io sono partito quest’anno spingendo il sogno del quarto posto, del quinto, del sesto. Forse io e la mia società siamo coglioni perché ancora sogniamo ma qualche risultato lo abbiamo fatto e qui si tratta di metterci la faccia

Per De Zerbi ora è arrivato il momento di esporsi verso questa che lui definisce ingiustizia:“Credo sia arrivato il momento anche di esporsi. Io domani non avrei piacere a giocare la partita perché il Milan fa parte di queste tre squadre e l’ho detto ai giocatori e a Carnevali. Se Carnevali mi obbligherà ad andare chiaramente ci vado. Ma sono rimasto male. 

Letture Consigliate