decreto Agosto Decreto Sostegno
immagine da pixabay

Nel Decreto Sostegno, sarà previsto uno sconto da 600 milioni di € per quanto riguarda le bollette elettriche. L’iter comincerà dal Senato

Le prime opere del Governo Draghi stanno, pian piano, andando in porto. Ad essere interessato da vicino è il Decreto Sostegno, che è stato già “bollinato” dalla Ragioneria generale dello Stato e firmato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il testo comincerà il suo iter parlamentare dal Senato, e prevede molte grosse novità per quanto riguarda soprattutto gli sconti operati per le bollette elettriche. Saranno, infatti, sia loro che il canone i grossi “destinatari” di questa mossa di Mario Draghi, che mira a far risparmiare gli italiani in modo deciso.

Potrebbe interessarti:

Ma andiamo a vedere, nello specifico, quali saranno le modifiche principali che opererà il Decreto Sostegno.

Modifica al canone Rai

Subito ci sarà una modifica sostanziale per uno dei provvedimenti più controversi che ha segnato l’Italia negli ultimi decenni. Nella relazione tecnica che accompagna il provvedimento, si illustrano tutte le principali limitazioni. Le misure sono distribuite su 43 articoli. Si legge che, per le strutture ricettive, nonché di somministrazione e consumo di bevande in locali pubblici o aperti al pubblico il canone di abbonamento alla RAI è ridotto del 30%.

Per lo stesso anno è assegnata all’Agenzia delle Entrate la somma di 25 milioni di €, al fine di riconoscere ai soggetti interessati un credito di imposta pari al 30% dell’eventuale versamento del canone intervenuto prima dell’entrata in vigore del decreto. Insomma ci sarà un taglio netto al canone per quanto riguarda bar e alberghi, che saranno i primi beneficiari, dunque, del Decreto Sostegno.

Bollette di locali e negozi nel Decreto Sostegno

Altro punto cardine del Decreto Sostegno riguarderà la gestione delle bollette di locali e negozi. Infatti, per queste due categorie sono previsti anche tre mesi di sconto sulle bollette elettriche per un valore di 600 milioni di €. In questo caso, la relazione tecnica stilata dal Ministero della Pubblica Amministrazione spiega tutto.

L’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente dispone, con propri provvedimenti, la riduzione delle spese sostenute dalle utenze elettriche connesse in bassa tensione, diverse dagli usi domestici. Queste sono identificate come “trasporto e gestione del contatore” e “oneri generali di sistema”. L’Autorità dovrà rideterminare in via transitoria le tariffe di distribuzione di misure dell’energia elettrica e le componendi a copertura degli oneri generali di sistema, da applicare dal 1° Aprile a 30 Giugno.” spiegano dal Ministero.

Trasporto aereo

Per i lavoratori impiegati nel settore del trasporto aereo, arrivano 28 settimane di cassa integrazione. L’assegno medio che questi ultimi andranno a percepire sarà di 800 €, al costo di 186,7 milioni di €. La norma prevede che possano essere erogata “al massimo 28 settimane collocate nel periodo tra il primo aprile e il 31 dicembre 2021“.

Scuola

Altro capitolo sarà quello dedicato alla scuola. Per favorire l’attività didattica, per il recupero delle competenze e della socialità di studenti e studentesse vengono messi in campo 300 milioni di €. La misura prevede la spesa di 150 milioni da destinare alle “istituzioni scolastiche educative e statali, ivi incluse quelle della Sicilia, per garantire la continuità in sicurezza delle attività didattiche per il periodo che va da marzo a giugno e per lo svolgimento degli esami di Stato, nonché per consentire di programmare l’avvio del successivo anno scolastico 2021/2022 per i mesi che fanno da settembre a dicembre 2021.

Con altri 150 milioni si punta invece ad “assicurare alle singole istituzioni scolastiche di poter continuare a contare su un budget congruo, rispetto alle diverse caratteristiche dimensionali e territoriali.

Inoltre, ci sarà anche un ulteriore budget che verrà messo a disposizione per completare il programma di sostegno. Saranno stanziati, infatti, ulteriori 35 milioni di € per la didattica digitale a sostegno esclusivamente del Mezzogiorno.
Puntiamo a garantire la fruizione della didattica a distanza per gli studenti italiani.” c’è scritto nel documento.

Letture Consigliate