Dilma Rousseff destituita



Dilma Rouseff sempre più vicina all'impeachment

Destituita Dilma Rousseff: con 55 voti favorevoli e 22 contrari il Senato brasiliano ha deciso la sorte della presidente

Dopo l’impeachment arriva il verdetto, Dilma Rousseff è stata sospesa e al suo posto è stato chiamato a subentrarle il vice Michel Temer. Con 55 voti favorevoli e 22 contrari il senato brasiliano ha sospeso la presidente per 180 giorni, al termine dei quali giungerà la sentenza definitiva, richiesta con una maggioranza di 54 senatori, ovvero i 2/3 dell’assemblea. Il numero di coloro che hanno votato contro supera quello del voto utile, dunque l’esito sembra scontato e ciò lascia intendere che il suo incarico come presidente, e persino la sua carriera politica, siano giunti al capolinea.

Dilma Rousseff, Presidente del Brasile
Dilma Rousseff votata la sospensione, le subentrerà il vice Temer

Se Dilma Rousseff dovesse essere definitivamente destituita, si proverà la via delle elezioni anticipate. Nel caso le forze politiche non riescano a trovare un accordo in tal senso, Michel Temer porterà a termine il suo mandato il 1 gennaio 2019, ma il Partito dei Lavoratori annuncia che si opporrà a qualsiasi progetto di legge dell‘ex alleato di governo Temer. Nonostante l’impeachment fosse già stato votato ad aprile, il Senato ha raggiunto un verdetto solo dopo un dibattito parlamentare di 22 ore, con 71 senatori su 81 iscritti per parlare, mentre all’esterno si sentivano le urla dei sostenitori della Rousseff, prontamente fermati dalla polizia.

Leggi anche