Djokovic, Australian Open
Foto: YT US Open

Novak Djokovic, al centro delle polemiche nelle ultime settimane, è passato al contrattacco, e mette in dubbio la presenza agli US Open

Novak Djokovic è tornato ad allenarsi in vista della ripresa del tennis, prevista ad Agosto negli Usa. Il serbo nelle ultime settimane è stato al centro delle polemiche in seguito ai casi di positività registrati all’Adria Tour, torneo nei balcani organizzato proprio dal n.1 al mondo, e al quale hanno partecipato anche Thiem e Zverev.

Il serbo è passato al contrattacco, annunciando anche i suoi programmi in vista della ripresa del tennis giocato: “Sembra una caccia alle streghe, qualche grande nome deve essere considerato il colpevole di tutto”.

Si a Roma e Parigi, US Open in dubbio: “Non sono sicuro che giocherò gli US Open. Sicuramente non giocherò Washington, mentre la partecipazione a Cincinnati è legata al successivo Slam. Ora sono sicuro di giocare Madrid, Roma e il Roland Garros”.

Anche Nadal, n.2 del mondo, non è sicuro di giocare a New York. Lo spagnolo ha annunciato la sua partecipazione a Madrid, che dovrebbe cominciare il giorno dopo la fine dello Slam americano. Secondo le ultime voci, lo US Open potrebbe addirittura essere cancellato, a causa dei contagi in aumento in tutti gli Stati Uniti.