Emma Marrone - DMA
Immagine tratta dal daytime di "X Factor"

Ai DMA Emma ha ricevuto il premio come personaggio dell’anno. Chi è stato premiato? Cosa significa diversità? Ecco le risposte che cercavi

Avete mai sentito parlare del Diversity Media Award? Diversity è una no profit impegnata nel diffondere l’inclusività mettendo in evidenza la “differenza” come valore e risorsa per le persone. Da diversi anni, si svolgono i DMA in cui si premiano i contenuti media, e i personaggi che contribuiscono ad una rappresentazione della diversità nelle aree di etnia, genere e identità di genere, età e generazioni, disabilità, e orientamento sessuale ed affettivo. Quali sono i premi assegnati durante la serata? Perché Emma ha ricevuto il premio come “miglior personaggio dell’anno”?

I miei figli mi hanno chiesto: mamma cosa significa diversità? – racconta Heather Parisi ai DMA 2020 – Sono andata in panico. Come posso spiegare ad un bimbo un concetto che molti adulti ancora fanno fatica a capire? Ma con i bimbi è più facile perché loro non hanno pregiudizi. La diversità è amare senza voler definire i contorni dell’amore, senza appiccicare per forza etichette. È accettare senza avere la presunzione che esista un meglio e un peggio, un giusto o un ingiusto. Bisogna accettare senza se e senza ma altrimenti non è accettare“.

Perché tendiamo ad etichettare le persone? Perché abbiamo questo necessario bisogno di inserirle in un “catalogo“? Gli esseri umani non sono “questo” o “quello”. All’interno della società si cerca di definire una persona utilizzando spesso parole errate. Ad esempio, non bisogna confondere la tristezza con la depressione, oppure una persona lunatica con una bipolare. Bisogna pesare le parole e dobbiamo smetterla di attribuire etichette perché una determinata definizione potrà condizionare un soggetto per tutta la vita.

Un nome su tutti? Mia Martini, una donna che per colpa delle dicerie “della gente” è stata marchiata a vita. Perciò, non permettete a nessuno di dirvi cosa siete o cosa non siete. Siete semplicemente il frutto delle esperienze di vita e le scelte che avete fatto fino ad ora e per questo siate felici e amate chi volete perchè esistono soltanto persone che amano e vi amano. 

Premiazioni DMA 2020

Tornando ai DMA 2020 tra le tante categorie premiate troviamo il premio dedicato al “Miglior film italiano“. Ad annunciare il vincitore di questa categoria è J-Ax che nel 2017 è stato premiato come miglior personaggio dell’anno. Le candidature come “Miglior film italiano” sono le seguenti: “Genitori quasi perfetti”, “La Dea Fortuna”, “La scomparsa di mia madre”, “Mio fratello rincorre i dinosauri”, “Tutto il mio folle amore”.

Il “Miglior film italiano” è “Mio fratello rincorre i dinosauri” e, attraverso una clip Alessandro Gassman ha raccontato la diversità che ha caratterizzato la commedia. “Questo film tratta una tematica importante: la sindrome di Down. La diversità non esiste, siamo tutti diversi ma tutti ugualmente interessanti“, ha dichiarato l’attore.

Lo slogan dei DMA 2020 è “Stay Different” e Fabio Canino lo racconta così: “Come l’arcobaleno siamo tutti colori diversi e, come tutti sappiamo, l’arcobaleno arriva sempre dopo la tempesta“. Questa frase rievoca un verso di una canzone di Nesli dal titolo “Andrà tutto bene“, frase che nell’ultimo anno abbiamo sentito ripetere migliaia di volte. Il verso recita così: “Non è finita finché non è finita“, ed è proprio così perché anche se stiamo attraversando un periodo che possiamo definire “non particolarmente bello” non dobbiamo mollare. Bisogna lottare per superare le avversità perché, come dice un cantante che scopriremo tra poco, “il sole esiste per tutti“.

È arrivato il momento di Pietro Turano, uno dei protagonisti di Skam Italia, che premia una serie tv italiana che ha prestato molta attenzione alle minoranze. La serie tv vincitrice è “La compagnia del Cigno” di Ivan Cotroneo che in questo momento è sul set della nuova stagione. Tematiche importanti sono state toccate con due personaggi in particolare Sara e Daniele. Sara è una ragazza ipovedente che, con il suo carattere forte e determinato, è riuscita ad abbattere ostacoli che lei stessa non avrebbe mai immaginato. Daniele, interpretato da Alessandro Roja, invece è un omosessuale dichiarato che vive liberamente l’amore.

A premiare la “Migliore serie tv straniera” è Salvatore Esposito, iconico volto di Gomorra. “Le serie tv ci danno il tempo di conoscere meglio dei personaggi complessi e, ad esempio come in Gomorra, abbiamo amato l’antieroe, un figlio di un noto camorrista“, dichiara l’attore. La serie vincitrice è “Euphoria” e possiamo annunciare anche che, nella notte tra il 6 e il 7 dicembre, ci sarà una puntata speciale che sarà trasmessa in contemporanea con gli Stati Uniti.

Un’altra categoria è “Miglior Serie Kids” e a premiarla è Barbara Bonansea, calciatrice della Juventus e della Nazionale Italiana. “Da bimbi bisogna sognare. La mia passione mi ha fatto diventare quella che sono anche se non avevo dei modelli a cui ispirarmi. Sono cresciuta negli anni ’90 e avevo come esempio Holly e Benji. Le ragazze che giocavano a calcio non erano ben viste“. La vincitrice della categoria “Miglior Serie Kids” è “Berry Bees” un serie animata formata da tre ragazzine che riescono sempre a salvare il mondo, dimostrando che questa non è solo “una cosa da grandi”.

Prima vi abbiamo citato il verso “il sole esiste per tutti“, ma conoscete di chi è questa canzone? Si tratta di un brano del 2008 interpretato da Tiziano Ferro, che durante la serata dei DMA 2020 ha consegnato il premio al “Miglior personaggio dell’anno“.

Mi piace l’idea di vivere con una sola versione di me stesso sia di fronte allo specchio che con i miei amici e la mia famiglia. Cerco sempre la verità in qualsiasi campo, il mondo ci ama e ci odia a prescindere e allora meglio essere amati, supportati o disprezzati per quello che si è veramente“, racconta Tiziano Ferro ai DMA 2020.

Le nomination come “Miglior personaggio dell’anno” sono le seguenti: Aboubakar Soumahoro, Emma, Ghali, Lina Wertmuller, Massimo Notturna e Vanessa Incontrada. “È una mia amica, una donna generosa, piena di cuore e altruista“, svela commosso Tiziano Ferro. Ecco la vincitrice: Emma Marrone. La cantante, dopo aver ringraziato l’amico, ha raccontato che questo è un premio importantissimo perché le è stato dato alla persona e non all’artista. “Ringrazio i miei genitori perché se sono quello che sono lo devo a loro. Mi hanno insegnato a tendere la mano al prossimo, ad essere una donna libera, a non avere dei preconcetti, dei pregiudizi.

Emma Marrone ha dedicato il premio a tutte le persone che ogni giorno combattono per la loro libertà e per i propri ideali. Un premio assolutamente meritato per la sensibilità con la quale affronta alcuni temi delicati e il coraggio che la contraddistingue. In un mondo in cui ci sono tante maschere e pochi volti, Emma è una di quelle persone che non ha paura di essere giudicata e si mostra per ciò che è realmente e, forse per questo, è così amata. Emma non è una donna che appare, lei è.

Alla fine di questa splendida serata un grandissimo cantante ha concluso i DMA 2020: Roberto Vecchioni. Il maestro ha cantato il magico brano vincitore del Festival di Sanremo 2011 “Chiamami ancora amore“, che racconta attraverso un urlo liberatorio, le ingiustizie sociali e la libertà di pensiero. “Perché le idee sono come farfalle che non puoi togliergli le ali“.