Dzeko-Sanchez

Lo scambio Sanchez-Dzeko è saltato: troppa la differenza economica degli ingaggi. Attualmente le possibilità sono pari a zero

La trattativa per lo scambio Sanchez-Dzeko è arrivata al capolinea. Vero è che nel calciomercato non è mai detta l’ultima parola fin quando non arriva il gong che sancisce la chiusura della finestra di acquisti e cessioni. Tuttavia al momento lo scambio Sanchez-Dzeko è storia passata. Secondo “La Gazzetta dello sport“, infatti, l’attaccante bosniaco della Roma resterà in giallorosso, così come Sanchez rimarrà a Milano. Le trattive per lo scambio si sono arenate a causa degli ingaggi dei calciatori. La differenza tra gli stipendi al lordo di Sanchez e Dzeko, infatti, non è semplice da colmare. Per ovviare a questo problema le parti, nella serata di ieri, avevano pensato di inserire nell’affare un altro calciatore (Pinamonti e Radu i candidati). Ma questa “operazione nell’operazione” non è di semplice applicazione visti i costi che ne deriverebbero.

Potrebbe interessarti:

Le parole di Conte sull’affare

Io non ho chiesto niente“. In questi termini, in conferenza, si è espresso Antonio Conte sullo scambio Sanchez-Dzeko, facendo chiaro riferimento al bosniaco. L’Inter sta vivendo un periodo problematico dal punto di vista economico, ragion per cui non ha un ampio margine di apprezzamento. La possibilità di aumentare il monte ingaggi, anche solo di pochi euro, è pari a zero, e per questo l’affare con la Roma si è bloccato. Sanchez, dal canto suo, ha spinto molto per trasferirsi all’ombra del Colosseo sponda giallorossa, insoddisfatto dello scarso impiego nell’Inter. Ma i suoi desideri sembrano essersi dissolti tra le nebbia di Milano.

Letture Consigliate