Effetto Conte, lo spread scende fino a 210 punti

spread

Lo spread cala fino a 210 punti. Il neo-Governo Conte è, per ora, promosso dai mercati. Le borse sono in rialzo, lo spread in ribasso

Effetto Conte, scende lo spread

I mercati continuano a guardare con interesse l’evoluzione del governo Lega-M5s, in attesa dei primi provvedimenti concreti che potrebbero avere impatto sui conti pubblici, tra flat tax e il tanto agognato reddito di cittadinanza. Sicuramente la prima nota positiva è che la tempesta della scorsa settimana, dopo il primo “no” di Conte e il mandato Cottarellisembra rientrata.

Lo spread tra Btp e Bund tedeschi a dieci anni si è nettamente ristretto, dai picchi ben oltre 320 punti base, oggi finalmente è sceso ai 210 punti base. È comunque un livello ben oltre la media di 140 registrata da inizio anno.

Borse europee positive a partire da Madrid (+1,2%), seguita da Milano (+0,6%) Francoforte (+0,86%), Parigi (+0,55%) e Londra(+0,49%), in vista della fiducia Sentix degli investitori europei.