Escher, i suoi “Giorni della Creazione” a Trieste



Escher

Escher, autore di mondi impossibili, amante di cristalli e solidi platonici, sarà esposto nella mostra “I Giorni della Creazione”, a Trieste

Il riservato e geniale Maurits Cornelis Escher approderà a Trieste, presso il Salone degli Incanti, con la sua mostra “I Giorni della Creazione”. 

L’esposizione, visitabile dal 18 dicembre al 7 giugno, permetterà di ammirare ben 200 opere, composte da progetti paradossali, con precisione matematica, tra scorci e colonnati. 

A cura di  Federico Giudiceandrea, questa mostra esporrà per la prima volta al pubblico 6 xilografie che raccontano della creazione del mondo. Molte le sue opere più famose.

Oltre ad AutoritrattoMano con sfera riflettenteMetamorfosi IIRelatività anche il Tempio di Segesta, che testimonia l’amore di Escher per l’Italia.

Ha infatti visitato, per la prima volta nel 1922, molti paesi del Nord e del Sud, tra cui il paesino di Pentedatilo, a Genova, e la Calabria, dove è tornato diverse volte.

Una curiosità: Escher concesse alla band dei Pink Floid di utilizzare una sua litografia per la copertina di On the run. 

In concomitanza con questo appuntamento, a partire dal 16 dicembre, Feltrinelli Real Cinema e Wanted Cinema, presenteranno un docu-film dal titolo Escher-Viaggio nell’infinito, che racconta la vita dell’artista olandese.

Coloro che volessero partecipare a entabmi gli eventi, sono messe a disposizione delle agevolazioni sociali sui prezzi. 

Leggi anche