Esercito, ospedali da campo
Immagine da YouTube

Il Consiglio dei Ministri dà luce verde all’avvicendamento del vertice dell’Esercito. Il generale Serino sostituirà il generale Farina, giunto al termine del suo mandato. Harleysta sfegatato, è stato voluto fortemente da Guerini

Pietro Serino è il nuovo Capo di Stato Maggiore dell’Esercito. Ed è la prima nomina di un certo peso fatta dal Governo Draghi. La scelta di Serino, 61 anni il prossimo Giugno, fortemente caldeggiata dal Ministro della Difesa Guerini, è necessaria in quanto l’attuale Capo di SME, generale Salvatore Farina è giunto a fine incarico. Il generale Serino, romano, è specialista del settore trasmissioni dell’Esercito, ha battuto due altri candidati di rilievo: il generale Figliuolo, alpino, comandante della logistica, e il generale Portolano, bersagliere, a capo del Comando Operativo Interforze.

Potrebbe interessarti:
Generale Pietro Serino Esercito
Generale Pietro Serino, Immagine dal sito ufficiale dell’Esercito Italiano

Chi è il nuovo Capo di SME

Pietro Serino nasce a Roma nel 1960. Ha frequentato la Scuola Militare Nunziatella di Napoli dove ha conseguito la maturità scientifica. Dopodiché ha proseguito all’Accademia Militare di Modena. Si specializza anche in alcuni corsi tenuti dall’US Army, per poi approdare all’Ufficio Generale Pianificazione, Programmazione e Bilancio dello Stato Maggiore della Difesa.Il generale Farina è famoso per essere un tifoso sfegatato della Lazio e per il suo amore per le Harley Davidson. Per il neo Capo di SME c’è già una grande sfida: garantire la piena efficienza dell’Esercito nello sforzo nazionale contro il coronavirus.

Quella della Difesa è una partita politica importante: ad ottobre scade il mandato del Generale Vecciarelli, Capo di Stato Maggiore della Difesa, il più altro ruolo a cui un militare può ambire. E anche il mandato del Generale Rosso, capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica è in scadenza. E a Settembre scadrà il mandato di Falsaperna, attuale Segretario Generale della Difesa-Direttore Nazionale Armamenti. Sono tutte nomine di altissimo rango, che arrivano in momento cruciale tra gestione pandemica e nuovi programmi di acquisizione e ammodernamento delle Forze Armate.

Letture Consigliate