Eurovision 2018: vince Israele, Meta e Moro quinti

Eurovision 2018

La giovane Netta Barzilai, con la canzone “Toy” ha consegnato ad Israele la vittoria dell’Eurovision 2018. L’Italia fa il botto al televoto e chiude al quinto posto

Alla fine i pronostici sono stati rispettati: la cantante israeliana Netta Barzilai ha vinto l’Eurovision 2018.

La sua canzone, Toy, ha messo d’accordo le giurie di tutta Europa. Al secondo posto l’Austria, con Cesàr Sampson, mentre al terzo si piazza Cipro con Eleni Foureira.

Chi è Netta Barzilai, la vincitrice dell’Eurovision 2018

Per Netta Barzilai si aprono ora le porte del mercato musicale: Toy è, di fatto, il suo primo singolo a cui potrebbe presto seguire un album di debutto. D’altronde, la cantante israeliana è ancora molto giovane: a 25 anni, infatti, dopo aver vinto la selezione nazionale, è riuscita a rappresentare il suo Paese in una delle competizioni musicali più seguite al mondo, sbaragliando ogni tipo di concorrenza.

L’Eurovision 2019 dovrebbe tenersi dunque, da regolamento, ad Israele, ma non è escluso che si scelga un’altra sede, trattandosi di un Paese extra-europeo.

Meta e Moro si piazzano quinti

Dopo una partenza un pò in sordina, Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone Non mi avete fatto niente, risultano i terzi più votati al televoto e chiudono alla quinta posizione della classifica generale.