verstappen, montecarlo, monaco, gp, f1
Credits: Twitter F1

Appuntamento regale a Montecarlo con il GP di Monaco. Colpi di scena, errori, caos: alla fine trionfa Max Verstappen

La Formula 1 fa tappa nel Principato di Monaco per l’appuntamento più glamour dell’anno. Dopo un weekend di emozioni e colpi di scena il nuovo Principe di Montecarlo (ci scuserà Alberto) si chiama Max Verstappen. L’olandese sopravvive ad una domenica di errori e colpi di scena e si afferma con autorità al vertice del Mondiale Piloti, complice una giornata pessima di Lewis Hamilton. Secondo Sainz, bravo a dare una grande gioia alla Ferrari in un giorno molto triste per la sfortuna del compagno di squadra Charles Leclerc.

Potrebbe interessarti:

La Gara

Il primo colpo di scena, il più clamoroso, arriva ancora prima dell’inizio del GP con il poleman Charles Leclerc costretto al ritiro per problemi al semiasse sinistro. Il monegasco da forfait nell’appuntamento di casa, un dolore enorme per il Predestinato e per i tifosi della Rossa. Tornando in pista lo start è insolitamente pulito e tutte le vetture escono indenne dalla temibile Sainte Devote. In un circuito come quello di Montecarlo diventano decisive le strategie e i pit stop. Nella prima girandola di rientri, secondo colpo di scena: Bottas è costretto al ritiro per problemi alla ruota anteriore che non ne vuole sapere di uscire. Hamilton perde posizioni nel gioco di undercut e si allontana dal leader della corsa Verstappen.

Straordinaria la prestazione di Sainz che risulta il più veloce in pista per lunghi tratti del GP e si avvicina molto a Verstappen dimostrando di essere l’unico con il passo per restare in scia all’olandese. Hamilton si trova imbottigliato nel traffico e annaspa in settima posizione dietro Gasly. La lotta più avvincente è quella per il podio tra Perez e Norris con il messicano che arriva a battagliare nel finale di gara ma non riesce a trovare lo spunto giusto. La bandiera a scacchi è semplicemente un “red carpet” per la sfilata trionfale di SuperMax.

Letture Consigliate