Fabrizio Corona, la Procura Generale di Milano vuole il paparazzo in carcere

Fabrizio Corona

La Procura Generale di Milano vuole di nuovo Fabrizio Corona in carcere, contestando la lunga lista di violazioni delle prescrizioni

In base a quanto riporta il Messaggero.it, la Procura Generale di Milano avrebbe chiesto il reinserimento in carcere di Fabrizio Corona dopo la reiterata violazione delle prescrizioni.

Durante l’udienza a porte chiuse durata ben cinque ore, Nunzia Gatto ha elencato punto per punto tutti i motivi per cui Corona dovrebbe finire di scontare la sua pena in carcere, scontando anche i sei mesi di libertà del 2018.

Secondo la Procura Generale, litigare in televisione e al Grande Fratello, non può essere considerato come attività lavorativa utile per il programma di recupero. Inoltre viene contestato anche l’uso dei social, che gli era stato vietato nei primi tempi della scarcerazione, e tutte le volte che il fotografo è uscito dalla Lombardia senza autorizzazione.

E’ stato mostrato in aula lo scontro tra Corona e Ilary Blasi e le affermazioni del paparazzo al sostituto pg Maria Pia Gualtieri, dopo che il magistrato aveva chiesto di aumentare la condanna nel processo d’appello.

Nei prossimi giorni quindi, i giudici decideranno se Corona tornerà in carcere fino al 2022 o può rimanere in libertà vigilata.