Fake news, Grillo accusa Renzi di pilotare la stampa americana



di maio Movimento 5 Stelle Toninelli

Il leader del Movimento 5 Stelle, dopo la polemica sulle fake news, attacca BuzzFeed e il New York Times accusandoli di essere “pilotati”

Il Movimento 5 Stelle passa al contrattacco. Dopo le accuse piovute dal Partito Democratico in merito allo scandalo delle fake news, Beppe Grillo reagisce direttamente dal suo blog, attaccando il New York Times e BuzzFeed.

Buzzfeed e il New York Times pubblicano due articoli spacciandoli per inchieste giornalistiche sulle fake news, partendo da una ricerca condotta da un dipendente di Marco Carrai, fonte, vista la sua estrema vicinanza a Renzi, piuttosto discutibile. E lo fanno proprio alla vigilia della Leopolda, aperta all’insegna delle fake news, puntando il dito ancora una volta contro il M5S.
Il leader del Movimento ha poi proseguito: “Diciamocelo chiaramente: sembra un giochino apparecchiato su misura dal segretario del PD, oramai in caduta libera.

Pronta la risposta del presidente del Partito Democratico Matteo Orfini: “Il M5s dovrebbe chiarire le cose piuttosto curiose che sono emerse. I siti collegati a Salvini sono accomunati in rete al M5S, visto che hanno la stessa matrice, cioè la pubblicità, legata agli stessi soggetti. Quello che interessa è capire come mai fanno finta di scontrarsi e poi su questo terreno Salvini e Di Maio sono la stessa cosa.

Leggi anche