Angela Merkel Coronavirus Germania
Immagine da Pixabay

Significativo calo del tasso di incidenza del Covid in Germania in seguito al blocco nazionale. In arrivo in Cina test obbligatori per il Capodanno lunare

Le restrizioni ripagano. È quanto sta avvenendo in Germania, dove è stato registrato un importante calo dei contagi da Covid-19 in seguito al blocco nazionale che ha visto la chiusura di scuole, negozi non essenziali e attività commerciali – comprese palestre e centri sportivi.

Le infezioni nel Paese sono in calo da 10 giorni consecutivi, secondo quanto riportato ieri dal Robert Koch Institute (RKI) per la prevenzione delle malattie. Ad essere preso in considerazione è il numero di nuove infezioni ogni 100.000 abitanti in un periodo di sette giorni: gli ultimi dati parlano di 119 contagi, valore più basso dal 1° Novembre ma ancora lontano dall’obiettivo del Governo di 50. Il tasso di incidenza è diminuito costantemente negli ultimi 10 giorni, dopo aver raggiunto un picco di 197,6 il 22 dicembre.

La Cancelliera Angela Merkel potrebbe decidere di estendere il blocco nazionale fino al 14 febbraio, introducendo nel frattempo misure ancora più rigorose nel tentativo di tenere sotto controllo la diffusione del virus.

Nuove misure in Cina e Portogallo

La Cina, in vista dell’imminente Capodanno lunare, imporrà l’obbligo del test per il Coronavirus. Si prevede infatti che decine di milioni di persone viaggeranno durante questo periodo, nonostante le autorità esortino le persone a rimanere a casa.

Situazione delicata anche in Portogallo, dove mercoledì i casi giornalieri hanno raggiunto quota 14.647 infezioni, mettendo a dura prova il sistema sanitario. Imposte dunque ulteriori restrizioni di blocco e l’interruzione di tutti i servizi non essenziali.