Gamescom 2019: la fiera del gaming sale a 19 aziende italiane



gamescom

Gamescom in Italia cresce sempre più. Sale a quota 19 il numero di aziende facente parte della collettiva italiana di una delle fiere più importanti del settore gaming

Gamescom 2019 ospita come ogni anno importanti realtà del mondo dei videogames. Quest’anno la collettiva italiana è rappresentata da ben 19 studi, segno di una forte ripresa del settore. Secondo il rapporto del Ministero dello sviluppo economico in Italia il volume di affari prodotto dal Gaming ammonta a 1,7 miliardi per la vendita delle sole console. Numeri incoraggianti che nel complesso evidenziano una crescita pari al 18,9%.

La specialità tutta italiana sta nel combinazione di innovazione, tecnologia e creatività. Fondamentali per  l’inserimento di studi di sviluppo. In tutto se ne contano ben 125, tutti all’avanguardia e con un occhio ben attento verso l’internazionalizzazione. Segno di grande orgoglio è il padiglione Italia al Gamescon che ospita 19 studi con in programma una fitta lista di oltre 30 titoli.

Il padiglione Italia al Gamescom

Lo spazio allestito per focalizzare l’attenzione sul nostro paese, ha lo scopo di sottolineare l’importante concetto di Made in Italy e il conseguente rafforzamento della qualità delle produzioni. Riunite sotto il brand Games in Italy per il quinto anno consecutivo, le rappresentanti italiane occupano infatti l’area business della fiera, con l’obiettivo di tenere alta la bandiera nazionale in un settore che tende maggiormente all’esterofilia.

Crediamo che l’industria dei videogiochi italiana abbia un potenziale di crescita molto significativo” ha dichiarato  Maria Ines Aronadio, direttore dell’ufficio di Coordinamento di promozioni del Made in Italy. “E che possa arrivare a competere con i grandi Player mondiali. Si tratta di un settore innovativo che integra tecnologia e creatività”.

Dello stesso avviso è Thalita Malagò, direttore generale di AESVI, l’associazione di categoria dell’industria dei videogiochi in Italia: ” Una presenza così forte è la dimostrazione di come la nostra industria italiana stia crescendo e del respiro internazionale che contraddistingue sempre più le nostre produzioni”. 

 

 

 

Leggi anche