Genoa
immagine da profilo Facebook Genoa

Al Ferraris è il Genoa ad imporsi, anche sul piano del gioco. Dopo l’inziale svantaggio lo Spezia emerge ma Shomurodov chiude i giochi

Al Ferraris va in scena il derby ligure tra Genoa e Spezia che apre il 33° turno di Serie A.

Potrebbe interessarti:

La squadra di casa parte più aggressiva in avvio di gara e dopo appena 6 minuti arriva il primo squillo con Destro che da ottima posizione colpisce di testa ma manda alto sopra la traversa. All’11′ è ancora Destro ad impensierire la difesa dello Spezia, questa volta con un tiro piazzato che viene bloccato da Provedel.

Lo Spezia subisce la pressione avversaria e dopo 20 minuti di gara prova a guadagnare campo. I padroni di casa però hanno la meglio sul piano delle occasioni e al 28′ lo ribadisce Zappacosta con un tiro dal limite. Provedel è bravo a stendersi e accompagnare al lato la sfera. Diverse occasioni sprecate e un goal annullato dal Var per il Genoa, ma in ogni caso il primo tempo è rossoblù.

La seconda frazione di gioco inizia sull’equilibrio dei primi 45 minuti, con lo Spezia che prova ad impostare con maggiore insistenza rispetto all’avvio di gara. Di fatto però gli ospiti non riescono a concretizzare con delle conclusioni la presenza nella metà campo avversaria.

La partita si sblocca al 62′ con il Genoa che passa in vantaggio grazie alla rete di Scamacca. Tutto parte da Zappacosta che tenta un tiro rasoterra su cui arriva Provedel. La parata però serve serve Scamacca che a porta vuota non sbaglia.

Dopo aver subito la rete lo Spezia sembra essersi svegliato e tenta il tutto per tutto assediando il Genoa, che però resiste bene. Nonostante si giochi quasi per 20 minuti nella metà campo dei padroni di casa con lo Spezia in attacco, all’86’ arriva il doppio vantaggio del Genoa firmato Shomurodov. L’attaccante dai venti metri fa partire una conclusione che si insacca sotto la traversa.

TABELLINO

RETE: 62′ Scamacca (G), 86′ Shomurodov (G).

GENOA (3-5-2): Perin; Biraschi, Masiello, Criscito; Goldaniga, Strootman (dal 90’+1′ Cassata), Badelj, Pjaca (dal 63′ Behrami), Zappacosta; Pandev (dal 56′ Scamacca), Destro (dal 63′ Shomurodov). A disp. Marchetti, Paleari, Zapata, Zajc, Ghiglione, Melegoni, Rovella, Czyborra. All. Davide Ballardini.

SPEZIA (4-3-3): Provedel; Vignali (dall’85’ Agudelo), Erlic, Terzi (dal 64′ Chabot), Bastoni; Maggiore (dal 59′ Estevez), Leo Sena, Pobega; Farias (dal 64′ Verde), Nzola, Gyasi (dall’85’ Galabinov). A disp. Zoet, Acampora, Ricci, Agoumè, Ferrer, Saponara, Dell’Orco. All. Vincenzo Italiano.

ARBITRO: Gianluca Manganiello di Pinerolo.

AMMONITI: Terzi (S), Criscito (G), Pandev (G), Nzola (S).

Letture Consigliate