Thiago Motta
Foto: Facebook Genoa CFC

Il Genoa ha deciso di sollevare Thiago Motta dall’incarico di allenatore della prima squadra. Per il tecnico decisiva la sconfitta di San Siro

Dopo Montella, esonerato dalla Fiorentina, salta un’altra panchina della Serie A. Questa volta è toccato a Thiago Motta, che non è più l’allenatore del Genoa. I rossoblu infatti, hanno deciso di sollevare dall’incarico l’ex centrocampista. Decisiva la sconfitta in casa dell’Inter.

L’esonero ormai era nell’aria, e solo un risultato positivo in casa dei nerazzurri avrebbe potuto evitarlo. Il tecnico è arrivato a Genova il 22 ottobre, dopo l’esonero di Andreazzoli. Thiago ha subito raccolto un importante vittoria contro il Brescia, ma poi la  squadra ha cominciato a raccogliere una serie di risultati negativi, fino ad arrivare alle sconfitte con Sampdoria e Inter.

Pesa sull’esonero di Thiago Motta anche l’assenza di Kouame, che prima dell’infortunio era il miglior giocatore dei rossoblù. Il sollevamento dell’incarico da parte di Thiago Motta è stato deciso dopo lunghi giorni di riflessione, anche grazie all’indecisione legata al nome del sostituto del brasiliano sulla panchina.

Dopo i ‘no’ di Ballardini e le ipotesi scartate di Diego Lopez ed il ritorno di Andreazzoli, la scelta sembra essere ricaduta su Davide Nicola. Le parti si incontreranno nelle prossime ore per definire il tutto: dovrebbe essere l’ex-Crotone a prendere le redini del Genoa, ultimo in classifica.