E’ online da poche ore il video ufficiale del nuovo singolo di Ghali, “Ricchi dentro”. Il rapper tunisino ritorna sulla scena, sull’onda del magnifico successo di “Cara Italia”

Rally di panda 4×4, un incendio, ragazze col volto coperto, al volante, è quanto si vede nel video ufficiale del nuovo singolo di Ghali, “Ricchi dentro”. Il rapper di origini tunisine si impone nuovamente sulla scena, cavalcando l’onda del successo derivato dalla precedente hit, Cara Italia. Dopo Ninna Nanna, Pizza Kebab, Happy Days, Habibi, è pronto a scalare le vette, anche questa volta, di tutte le classifiche.

Da una stalla a una stella: chi è Ghali?

Ogni brano è un piccolo frammento della sua storia personale: nato a Milano, da genitori tunisini, vive ancora oggi a Baggio, uno dei quartieri di periferia del capoluogo lombardo.
Ghali è proprio quel ragazzo “uscito dalla melma, dalla stalla a una stella, e figlio di una bidella, con papà in una cella”, e non ha paura di urlarlo mondo. E’ lo stesso che confessa: “Mia madre si è ammalata di tumore, quando è guarita ho iniziato a credere in Dio“.

Il nuovo cd si chiama Album e contiene, sulla copertina, un omaggio a Michal Jackson (artista preferito del cantante, insieme a Stromae e Jovanotti). Il rapper parla del nuovo disco, e della precedente hit, ai microfoni di Radio 105: “Abbiamo fatto tutto in una notte, in studio con Charlie Charles. Siamo usciti alle 7 del mattino con il pezzo intero. Hanno preso questi 30 secondi del ritornello per lo spot, sono 30 secondi importanti”. Risuona, più di tutti, il verso: “Quando mi dicon ‘va’ a casa’, rispondo ‘sono già qua’”.

Perché Ghali piace così tanto?

Ghali è uno dei talenti più promettenti della musica italiana. Creativo, vivace, strizza l’occhio ad un pubblico giovane, ma attraversa, trasversalmente, anche più generazioni.
Perché Ghali piace così tanto? Perché ha gli occhi onesti ed una storia da raccontare. Perché vive le cose che canta, e canta ciò che spera di cambiare. Perché si distacca dalla noia del copia incolla della maggior parte dei rapper italiani ed offre spunti originali.

Ricchi dentro è una canzone che parla di riscatto, di rinascita personale (“Mamma, dai, sincera ti aspettavi tutto questo?”). Il successo è “come una Ferrari“, ma non può cambiare chi, come il giovane tunisino, era già “ricco dentro”. Eppure, ripaga dei sacrifici di una vita, i suoi e quelli della sua famiglia (“Mio padre era un farabutto, mia madre per crescermi ha fatto di tutto”). Cresciuto prima del dovuto, quel bambino oggi sa come va il mondo.
E sa di esserne stato un miracolato.