giappone variante
pixabay

Circa il 70% dei pazienti ricoverati per Covid-19 in un ospedale a Tokyo, in Giappone, è stato infettato con una variante del virus

E484K, questo il nome di quello che sembra essere il nuovo baluardo del Sars-CoV-2. Una nuova variante che sta facendo tremare il Giappone in vista, soprattutto, delle prossime olimpiadi. In un ospedale universitario di Tokyo, infatti, 10 pazienti su 14 (il 70%) nel mese di marzo risultano positivi non al coronavirus originario, bensì ad un’ennesima variante che desta non poche preoccupazioni. Il virus mutato, stando ai primi dati in possesso (come riportato dalla tv pubblica nazionale Nhk e riportata da Reuters) sembra essere più resistente ai vaccini e potrebbe dar vita, in Giappone, alla quarta ondata, quelle che secondo gli esperti potrebbe nascere proprio a partire dalle varianti. C’è anche da precisare che la popolazione giapponese conta oltre 146 milioni di abitanti e che solo 1 milione di essi è stata sottoposta a vaccino.

Potrebbe interessarti:

Oltre alla comprensibile preoccupazione per il virus mutato che, appunto, sembra resistere ai vaccini ma di cui non si conoscono con certezza virulenza e trasmissibilità, la paura dei nipponici riguarda anche uno degli eventi più importanti a livello mondiale: le Olimpiadi. Tra soli quattro mesi dovrebbe infatti accendersi la fiaccola olimpica per dare ufficialmente il via ai giochi. Già a causa della variante inglese nella zona di Osaka, la staffetta della fiaccola è stata sospesa ma, qualora dovesse realmente prendere piede la nuova variante giapponese, l’intera manifestazione potrebbe essere nuovamente annullata.

Letture Consigliate