Giorni della Merla

I giorni della Merla che vanno dal 29 al 31 gennaio secondo la tradizione sarebbero i tre giorni più freddi dell’anno. Sempre secondo la leggenda, se i giorni della merla sono freddi, la primavera sarà bella

I cosiddetti giorni della merla sono, secondo la tradizione, gli ultimi tre giorni di gennaio oppure gli ultimi due giorni di gennaio e il primo di febbraio. Secondo la tradizione sarebbero i tre giorni più freddi dell’anno, ma sempre secondo la leggenda, se i giorni della merla sono freddi, la primavera sarà bella; se sono caldi, la primavera arriverà in ritardo.

Tra le ipotesi più diffuse, c’è un aneddoto riportato da uno scrittore del Settecento: una di queste storie fu raccontata da Sebastiano Pauli nel 1740 e aveva per protagonisti alcuni soldati piemontesi che dovevano portare da una sponda all’altra del fiume Po un cannone di ghisa che per il suo colore nero era chiamato merla. Le acque del fiume a gennaio erano molto impetuose e i soldati non erano riusciti a trasportarlo. Poi però il Po ghiacciò e riuscirono a trascinarlo sulla superficie ghiacciata fino all’altra sponda del fiume.

Un’altra leggenda che assomiglia più ad una favola racconta i giorni nella merla così: Gennaio un tempo era un mese dispettoso che si divertiva a ricoprire il terreno di neve e gelo non appena la candida merla metteva il becco fuori dal suo nido in cerca di cibo per lei e i suoi piccoli. Stanca degli scherzi di Gennaio la merla decise di raccogliere e accumulare cibo in anticipo, in modo da resistere per un mese intero senza uscire dal suo nido. Gennaio, allora, che fino a quel momento durava solo 28 giorni, per punire la merla, aggiunse 3 giorni che prese in prestito da Febbraio e fece scendere sulla terra il freddo, accompagnato da neve, pioggia e vento.