Ibiza87, Irvine Welsh sull’avvento dell’Acid House e della cultura rave

Ibiza87, Irvine Welsh sull’avvento dell’Acid House e della cultura rave

Con Ibiza87 Irvine Welsh, celebre autore di Trainspotting, da cui Danny Boyle ha tratto l’omonimo cult cinematografico, ritorna per raccontarci la fine degli anni ’80, l’avvento dell’Acid House e della cultura rave

project adv

Irvine Welsh è a lavoro per la realizzazione della serie tv Ibiza87, la cui scrittura in collaborazione con l’amico Dean Cavanagh coinvolge direttamente i suoi protagonisti: Paul Oakenfold, Danny Rampling e Nicky Holloway.

Infatti i tre DJ, che esattamente trentanni fa ebbero un ruolo attivo nella nascita della club culture, importata in UK dall’Ibiza dell’estate 1987, saranno sia consulenti narrativi che curatori della colonna sonora.

Ibiza87, che svelerà i retroscena sugli esordi nella scena europea del movimento rave e dell’Acid House, ipnotica corrente house a confine con la più nota techno, si prospetta già una serie cult.

Ibiza87, Irvine Welsh sull’avvento dell’Acid House e della cultura raveL’Acid House, promotrice della second summer of love (1988-1989), ha rappresentato una grande rivoluzione giovanile in UK, ereditiera per molti aspetti degli anni Sessanta e dal fortissimo impatto sulla moda, il cinema e il design.

La subcultura del trip, attiva fin dai primi anni Ottanta, esplose alla fine del 1987: dai disperati club di Ibiza si approdò ai “warehouse parties”, che contarono ventimila raver nell’estate del 1988.

Dopo la rapida ascesa, la devastante sinestesia acid house-ecstasy restituì nuovo vigore al suo panorama musicale, mentre i DJ venivano venerati come divinità della notte. Nella collisione tra una nuova droga, un nuovo sound e nuova tecnologia regnava il caos e la trasandatezza: il background ora non aveva più importanza.

Fu un fenomeno così dirompente da essere poi sfruttato commercialmente: ormai, banalizzato dal mainstream, se ne decretò l’icarica fine.

Il tema non è una novità per Welsh, che sul filone stupefacente ha basato la sua carriera e il suo successo: The Acid House è un film del 1998 diretto da Paul McGuigan, tratto dall’omonima raccolta The Acid House, seconda opera di Welsh, uscita un anno dopo la pubblicazione di Trainspotting (1993).

Per gli appassionati però si profila ancora una lunga attesa, dato che al momento non è stata ancora resa nota né la data né la piattaforma di distribuzione del suo lancio.

Video del giorno

CONDIVIDI
Articolo precedenteOroscopo di Paolo Fox, scopri la classifica settimanale
Prossimo articoloDoctor Who 10×01 “The Pilot” – recensione

Classe 1986, specializzata con lode in Storia dell’Arte Contemporanea [cattedra di Carla Subrizi, La Sapienza] con la tesi “Trouble Every Day: Tous Cannibales, la voracità da tabù ad arte, dall’arte alla società”. Da sempre interessata all’arte come alla scrittura, e alla comunicazione in genere, scrive di cultura, politica e attualità. Storica dell’Arte, esperta SEO e freelancer per vocazione, attualmente collabora anche con Artribune e Tiragraffi Magazine. Da marzo 2013 cura un personale blog sull’arte: ArtFriche Zone. “Soltanto quando il senso di associazione nella società non è più abbastanza forte da dare vita a concrete realtà, la stampa è in grado di creare quell’astrazione, il pubblico” (Dwight MacDonald).