Il Titanic rischia di sparire: il relitto subisce un rapido deterioramento

AttualitàIl Titanic rischia di sparire: il relitto subisce un rapido deterioramento

Il Titanic sta subendo un rapido deterioramento e nei prossimi anni rischia di scomparire. Ricercatori scendono a 3800 metri per documentare

Sono trascorsi oltre 100 anni dalla notte del 15 aprile 1912, giorno in cui il transatlantico più grande e lussuoso del mondo (di allora), il Titanic, ha colpito un iceberg ed è affondato durante il suo viaggio inaugurale. Celebre e pluripremiata la storia raccontata da James Cameron, ma la realtà dei fatti potrebbe spezzare il cuore a molti appassionati. Il relitto del Titanic, dopo quasi 110 anni in fondo al mare, sta subendo un rapido deterioramento e rischia di sparire completamente nel giro di pochi anni. Questo è l’allarme lanciato dai ricercatori sottomarini OceanGate che da anni documentano con immagini e video, l’affascinante – e a tratti inquietante – grande relitto sul fondo dell’oceano Atlantico.

Per questo motivo, gli stessi ricercatori hanno deciso nuovamente di scendere a 3800 metri sotto il livello del mare, dove si trova il triste relitto, per raccogliere nuove immagini. Lo stesso verrà fatto anche negli anni a venire, per documentare il deterioramento della “nave dei sogni” che viaggiava da Southampton a New York e su cui persero la vita oltre 1500 persone. Nel video è possibile vedere delle immagini della prua della nave, in avanzato stato di decomposizione e ormai completamente ricoperto dalla flora marina.

Guido Isacco
Giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti-Sezione Campania. Appassionato di scienza, arte e attualità. Collaboratore presso ZON.it, per il quale cura principalmente la rubrica HealthZon.

Covid-19

Italia
116,342
Totale di casi attivi
Updated on 17 September 2021 - 07:55 07:55