Inghilterra, al via le riaperture delle attività non essenziali

AttualitàInghilterra, al via le riaperture delle attività non essenziali

In Inghilterra Boris Johnson attua il piano per uscire gradualmente dal lockdown, da oggi riaprono bar, ristoranti, palestre e parrucchieri

L’Inghilterra ritorna gradualmente alla normalità, da oggi riaprirono negozi e attività non essenziali. Parrucchieri ed estetisti infatti potranno riaprire le saracinesche dei propri negozi, così come le palestre. Riaprono anche bar, ristoranti e pub ma con l limitazione di offrire servizio solo all’aperto. Il piano del primo ministro inglese è quella di un uscita graduale dal lockdown destinata a completarsi, secondo il Governo inglese, entro il prossimo 21 giugno.

Nel frattempo si implementano le vaccinazioni infatti sono state già somministrate 40 milioni di dosi in tutto il Paese. La preoccupazione per i contagi però non è del tutto rientrata seppure i dati nazionali dimostrano una discesa del trend di contagio e del numero di decessi. Non tutti gli esperti però concordano sulle riaperture. Secondo molti non bisogna sottovalutare un’incidenza di contagi fino a 60 casi per 100.000 abitanti in qualche contea dell’Inghilterra settentrionale. Le riaperture dovranno seguire la linea della prudenza.

Il governo di Boris Johnson e i suoi esperti minimizzano, ma ammettono che l’alleggerimento del lockdown comporterà inevitabilmente una ripartenza dei casi di contagio. Secondo il primo ministro inglese si tratterà di un aumento comunque accettabile e non troppo rischioso per la popolazione.

Adelaide Senatore
Studentessa in Scienze Politiche appassionata di giornalismo, musica e letteratura.

Covid-19

Italia
87,285
Totale di casi attivi
Updated on 31 July 2021 - 22:05 22:05