INPS, Conte sul caso Tridico: “Si tratta di adeguamento stipendiale”

Politica INPS, Conte sul caso Tridico: "Si tratta di adeguamento stipendiale"

Caso INPS, Conte difende Tridico ma precisa: “Occorre lavorare giorno e notte per pagare la cassa integrazione”

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, risponde alle domande sulla vicenda del caso INPS. Quando per la prima volta gli venne posta la questione dell’aumento di stipendio di Tridico, il premier rispose: “Permettetemi di verificare. Perché seguo centinaia di dossier, ma su questo non ero informato.

- Advertisement -

La verifica disposta da Conte ha evidenziato che “il presidente Inps Tridico, all’atto dell’insediamento, prendeva emolumenti molto inferiori rispetto al suo predecessore.”
C’è stato un riassetto dei vertici INPS. Sono stati insediati dei CDA, e a quel punto, su base di procedimenti legislativi e regolamentari, è stato necessario adeguare gli emolumenti del presidente e prevederli per i componenti del Consiglio di amministrazione. Questo ha portato a un adeguamento stipendiale. Ma posso dire, che se guardate le tabelle comparative, ancor oggi l’emolumento del presidente risulta in linea o inferiore a quelli dei vertici di istituti paragonabili.” ha poi evidenziato il premier, prendendo le difese di Tridico.

L’attenzione del Presidente si è poi soffermata su un’altro nodo fondamentale per i lavoratori: la mancata erogazione della cassa integrazione.
Il tema è che ci sono cittadini italiani che ancora aspettano la cassa integrazione. Su questo il presidente  tutti i lavoratori Inps e coloro che hanno un ruolo, io per primo, dobbiamo lavorare giorno e notte. Questo è un problema per chi non ha mezzi di sostentamento. Non ha senso dire che milioni l’han preso ma c’è ancora un piccolo numero che non lo ha percepito, perché si tratta di famiglie.” incalza il Presidente.

- Advertisement -
Adelaide Senatore
Adelaide Senatore
Studentessa in Scienze Politiche appassionata di giornalismo, musica e letteratura.

Covid-19

Italia
142,739
Totale di casi attivi
Updated on 21 October 2020 - 15:27 15:27