Inter-Napoli
Twitter @inter

A San Siro la squadra di Conte non sfonda contro i viola e consegna il match-point scudetto alla Juventus. Pali di Lukaku e Sanchez, ora i nerazzurri sono terzi a -1 dall’Atalanta

Inter-Fiorentina è l’occasione per i nerazzurri di rispondere alla vittoria dell‘Atalanta e consolidare il secondo posto dietro la Juventus. Ma a San Siro i pali di Lukaku e Sanchez fanno rimanere la squadra di Conte a -1 dalla Dea.

La partita

Un avvio di gara di marca nerazzurra con Lukaku che al 5′ impegna Terracciano sugli sviluppi di un calcio di punizione. Passano 5 miniti è ancora il portiere viola a salvare il risultato su un tiro potente di Barella. Al 18′ invece arriva la grande occasione per l’Inter di sbloccare la partita con Lukaku che di testa colpisce il palo. Al 34′ è ancora il belga, il più pericoloso dei suoi, servito da Young sfiora il gol dell’ 1-0.

Ripresa che si apre con un gol annullato ai nerazzurri: Young crossa per Candreva sul secondo palo, l’esterno segna ma la posizione di partenza è in fuorigioco. Al 52′ il secondo palo della partita dell’Inter. Questa volta è Sanchez che con un tiro secco rasoterra colpisce il legno. Partita che pian piano si abbassa di intesintà e vien fuori la Fiorentina in contropiede. Prima Castrovilli e poi Lirola hanno buone occasioni per segnare ma Handanovic soprattutto sull’azione di Lirola si supera e salva il risultato. Dopo 5 minuti di recupero Inter-Fiorentina termina 0-0.

Il tabellino

Inter (3-4-1-2): Handanovic, D’Ambrosio (69′ Bastoni), de Vrij (23′ Ranocchia), Godin, Candreva (69′ Moses), Gagliardini (76′ Brozovic), Barella, Young, Eriksen, Lukaku, Sanchez (69′ Lautaro). – All. Conte

Fiorentina (3-5-2): Terracciano, Milenkovic, Pezzella, Caceres, Venuti, Duncan (58′ Ghezzal), Badel (75′ Pulgar), Castrovilli, Dalbert (51′ Lirola), Ribery (75′ Chiesa), Cutrone (58′ Kouamé).All. Iachini