Inter
Foto: Twitter Inter

Darmian uomo della provvidenza, entra e in tre minuti decide la partita. Ora all’Inter mancano 5 punti per cucirsi lo scudetto al petto

L’Inter torna alla vittoria dopo due pareggi consecutivi e mette una seria ipoteca sullo scudetto. L’uomo della provvidenza è ancora Darmian, dopo il gol vittoria col Cagliari si ripete al primo pallone toccato sempre su assist di Hakimi.

Potrebbe interessarti:

L’Inter ha l’opportunità di indirizzare subito la partita sui binari a lei congeniali al 3′ quando Lautaro, solo davanti a Silvestri, tenta un pallonetto che però è completamente fuori misura. La Lu-La non trova il gol da tre partite ma ha colpito ben quattro legni (due per parte) nelle ultime due partite contro Napoli e Spezia.

I nerazzurri tentano di fare la partita ma l’Hellas, reduce da una sola vittoria nelle ultime 7, riparte bene in contropiede arrivando anche vicinissimo al gol del vantaggio dopo un’ottima combinazione tra Di Marco e Bessa. I ritmi sono molti bassi e la squadra di Conte fatica a creare occasioni, complice anche la poca lucidità negli ultimi 20 metri di campo.

L’inter, lenta e prevedibile anche nella ripresa, sembra quella di inizio stagione, incapace di mettere pressione alla difesa ospite e producendo un possesso palla sterile ed orizzontale. Le uniche verticalizzazioni sono per Lukaku che, troppo solo e di certo non al meglio della condizione, sempre anticipato.

La buona sorte non assiste di certo i nerazzurri che, al 69′, colpiscono il quinto palo delle ultime tre partie con un gran calcio di punizione di Hakimi dai trenta metri. Conte pesca dalla panchina e, come contro il Cagliari, l’uomo della provvidenza è sempre Darmian che impiega tre minuti per sbloccare una partita che sembrava stregata con un destro piazzato dal lato sinistro dell’area di rigore, ancora su assist di Hakimi.

L’inter porta a casa tre punti pesantissimi contro un avversario che ha giocato per gran parte della partita nella metà campo nerazzurra.

Inter-Hellas Verona 1-0: risultato e tabellino

Reti: 76′ Darmian

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Hakimi (79′ D’Ambrosio), Barella, Brozovic (79′ Gagliardini), Eriksen (65′ Sensi), Perisic (65′ Darmian); Lautaro Martinez (71′ Sanchez), Lukaku. Allenatore: Conte. A disp: Radu, Ranocchia, Young, Vecino, Pinamonti.

HELLAS VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Ceccherini (46′ Gunter), Magnani (46′ Dawidowicz), Dimarco (72′ Udoie); Faraoni, Tameze (65′ Salcedo), Ilic, Lazovic; Barak, Bessa (77′ Colley); Lasagna. Allenatore: Juric. A disp: Pandur, Cetin, Favilli, Kalinic, Ruegg, Zaccagni.

ArbitroAbisso di Palermo

Ammoniti: 28′ Ceccherini (V), 42′ Magnani (V), 68′ Barak (V)

Letture Consigliate