Internet Explorer
Foto da Pixabay

Internet Explorer diventerà obsoleto a partire dal 15 giugno 2022, lo ha annunciato Microsoft dopo il program manager di Microsoft Edge

Microsoft mette al bando Internet Explorer, a partire dal 15 giugno 2022 il browser sarà obsoleto. L’azienda statunitense, a scanso di equivoci, dichiara: “Il futuro di Internet Explorer su Windows 10 sarà in Microsoft Edge”.

Potrebbe interessarti:

Non è la prima volta che Microsoft cerca di mettere al bando Internet Explorer, la rete che ci ha tenuto compagnia sin dal 1995. Già nel 2015 infatti quando l’azienda lanciò sul mercato Microsoft Edge si cercò di convogliare gli utenti verso altri browser, così Internet Explorer è da cinque anni considerato una “soluzione di compatibilità”.

Ma le transizioni non sono mai semplici, e servono opportuni distinguo: da un lato ci sono i consumatori e dall’altro le aziende, che faticano a migrare le tante app, siti e servizi basati su Explorer. Si tratta appunto di sistemi legacy (versioni datate rispetto a quelle correnti): “Abbiamo riscontrato che le aziende hanno in media 1678 app legacy”, si legge nel post. In questi casi, quindi in contesti aziendali e di organizzazioni, passando a Microsoft Edge sarà garantita la “modalità Internet Explorer” ben oltre la data di scadenza del 2022 (la promessa è “almeno sino al 2029”).

Anche per tutti gli altri i passaggi sono stati (e continueranno a essere) graduali: già dal 17 agosto di quest’anno i servizi Web legati a Microsoft 365 (Outlook, Office online, OneDrive e simili) non contempleranno più la compatibilità con Explorer.

Letture Consigliate