irlanda lockdown
pixabay

L’Irlanda è il primo paese dell’Unione Europea ad introdurre un nuovo lockdown dalla mezzanotte di mercoledì 21. Le scuole rimarranno aperte

Nuovo lockdown in Irlanda. Questo l’annuncio fatto dal primo ministro Micheál Martin. La decisione è stata presa dopo che il National Public Health Emergency Team, ente deputato all’analisi dei dati epidemiologici, aveva inviato una lettera al governo manifestando le sue preoccupazioni. Il primo ministro ha spiegato che, per contenere l’enorme ondata di nuovi positivi, è necessario un periodo di chiusura di sei settimane. Il nuovo lockdown, rassicura il governo, si è posto come obiettivo anche quello sostenere le famiglie. A tal proposito, le scuole rimarranno aperte insieme alle strutture dell’infanzia. Inoltre, verranno garantiti i servizi sanitari non Covid e verrà posta particolare attenzione alla tutela delle persone più anziane e più vulnerabili.

Potrebbe interessarti:

Il primo ministro dell’Irlanda ha chiesto quindi a tutti i cittadini di rimanere a casa, con spostamenti consentiti solo per andare a fare la spesa, andare in farmacia, per motivi familiari di vitale importanza, come fornire assistenza a bambini, anziani o persone vulnerabili. Autorizzati ad andare a lavoro solo quelli che rientrano nelle attività consentite. Per quanto riguarda le scuole, Martin ha detto che rimarranno aperte “perché non possiamo e non permetteremo che il futuro dei nostri figli e dei giovani siano altre vittime di questa malattia“. Mentre invece le celebrazioni liturgiche verranno effettuate online.

Visite consentite all’aperto entro 5 km

Sospese le visite familiari e gli incontri al coperto, mentre le persone potranno incontrarsi in luoghi aperti come i parchi purché entro 5 km da casa. Per chi non rispetta questo limite ci saranno sanzioni amministrative. A coloro che vivono da soli sarà affiancata una famiglia di supporto, per far sì che un evento così grave non incida in maniera eccessiva sulla sensibilità dei singoli.

Il tutto si è reso necessario visto l’enorme numero di contagi e di morti in proporzione ad una popolazione di 5 milioni di abitanti che viene registrata in Irlanda. Dall’inizio della pandemia i decessi da coronavirus sono stati 1852. Ieri, i nuovi positivi sono stati 1031 che portano il totale ad oltre 50 mila casi accertati.

Letture Consigliate