JetBlue premia gli atti vandalici



jetblue-atti vandalici

La compagnia aerea JetBlue invita i passanti di New York a rubare, i migliori vinceranno un viaggio. Guarda il video dei ladri più coraggiosi

“Non rubare” recita il settimo comandamento cristiano. Fin da piccoli, il parroco ci ha insegnato a suon di bacchette sulle mani e filastrocche sciocche che la cioccolata della nonna non va rubata, e neppure la collana con le winx dell’amica di banco. Ma in un mondo di ladri, in un mondo in cui l’erba del vicino è sempre più alta e non si riesce a vedere l’orizzonte, rubare, è consigliato. La compagnia aerea JetBlue si è trasformata, per pochi giorni, in un trasgressore morale, infatti, nelle strade di New York sono stati registrati centinai di atti vandalici alle fermate degli autobus.

jetblue1JetBlue Airways è una compagnia aerea low-cost statunitense: per la sua nuova campagna pubblicitaria ha sparso per le fermate degli autobus di cinque zone di New York alcuni poster pubblicitari che promettono al lettore biglietti per alcuni eventi sportivi, ingressi ai musei, viaggi gratis,  e tante altre cose. Per vincere il premio, basta leggere la scritta sul manifesto “Ruba questo poster“, e applicare il consiglio malevolo, staccarlo e portarselo via. Il manifesto lo permette.


Più di 100 newyorchesi
non si sono lasciati scappare questa occasione. Infatti, sono stati strappati ben 181 annunci della JetBlue presenti sulle pensiline. I “ladri” newyorchesi non sono passati inosservati, l’annuncio gigante era impossibile da nascondere, ma la loro audacia è stata premiata.

Dato il grande successo e le tante risate, la JetBlue ha intenzione di ripetere l’iniziativa anche in questi giorni e siamo sicuri che, questa volta, in pochi si lasceranno sopraffare dalla timidezza; del resto nessuno griderà: “Fermate il ladro!” 

L’iniziativa #NYCTakeoff della compagnia JetBlue Airways è stata realizzata e sviluppata dall’agenzia Mullen Lowe, che si ritiene assolutamente soddisfatta dei risultati raggiunti.

Per capire davvero quello che è successo vi consigliamo di guardare il video:

Leggi anche