Jhonson&Jhonson
immagine da pixabay

Usa, la Fda chiude dispone la distruzione di circa 60 milioni di dosi di vaccino Jhonson&Jhonson dopo un caso di contaminazione

Circa 60 milioni di dosi di vaccino Jhonson&Jhonson sono a rischio distruzione negli Stati Uniti, questo è quanto deciso dalla fabbrica di Baltimora dopo un possibile caso di contaminazione.

Potrebbe interessarti:

Gli Stati Uniti continueranno ad esportare il vaccino Jhonson&Jhonson, si tratta di circa 10 milioni di dosi che dagli Usa dovrebbero partire verso altri Paesi, ma l’azienda produttrice non garantirà che Emergent BioSolutions, la società che gestisce l’impianto, abbia seguito le buone pratiche di produzione.

Per settimane la FDA ha cercato di capire cosa fare riguardo ad almeno 170 milioni di dosi di vaccino che sono rimaste nel limbo dopo la scoperta di un grave incidente di produzione che ha coinvolto due vaccini fabbricati nel sito. Più di 100 milioni di dosi di Johnson & Johnson e almeno 70 milioni di dosi di AstraZeneca sono state sospese dopo che Emergent ha scoperto a marzo che i suoi lavoratori avevano contaminato un lotto di vaccino di Johnson & Johnson con un ingrediente chiave utilizzato per produrre AstraZeneca. I funzionari federali hanno quindi ordinato all’impianto di sospendere la produzione, hanno spogliato Emergent della sua responsabilità di produrre il vaccino di AstraZeneca e hanno incaricato Johnson & Johnson di affermare il controllo diretto sulla produzione del suo vaccino lì.

Letture Consigliate