Juventus
Foto: Facebook Juventus

La giovane Juventus vince senza problemi contro la Spal. I bianconeri giocano a sprazzi: primo gol per Frabotta, Kulusevski non perdona

All’Allianz Stadium nessuna sorpresa, la Juventus supera la Spal e si qualifica per la semifinale di Coppa Italia, dove troverà l’Inter. Bianconeri in campo con una formazione giovanile: 23 anni di media, senza considerare la variabile Buffon. Esordio assoluto per Fagioli in mediana con Rabiot e Ramsey, più libero di spaziare. I ferraresi fanno il massimo, ma si arrendono alla differenza tecnica.

La partita

I primi dieci minuti di gioco vedono una Juventus padrona del campo ma poco organizzata. La Spal ne approfitta e mette in difficoltà la retroguardia bianconera in ripartenza. Morata crea la prima palla gol scaldando i guantoni di Berisha con un tiro dalla distanza. A spezzare il gioco ci pensa Rabiot, che conduce per settanta metri in velocità e viene abbattuto in area di rigore da Vicari. Il direttore di gara ammonisce il francese per simulazione, ma il Var interviene e lo richiama alla On field review: Pezzuto cambia idea e concede il rigore. In assenza di Ronaldo, Morata si presenta sul dischetto e non sbaglia, spiazzando Berisha.

Kulusevski semina il panico tra le linee e manda spesso fuori giri la difesa della Spal. Al 33′ lo svedese con una sterzata delle sue mette a sedere Ranieri e poi serve Frabotta, che con un sinistro potente gonfia la rete (con deviazione). Al 37′ si vede anche la Spal: Floccari mette paura a Buffon con una rasoiata dai venticinque metri. Nel secondo tempo cala il ritmo della Juventus e la Spal sfiora più volte la possibilità di riaprire il match, mostrandosi però imprecisa nell’area piccola.

Al 78′ Tomovic perde un pallone sanguinoso in impostazione, ne approfitta Chiesa che pesca Kulusevski, implacabile davanti Berisha. Pirlo concede minuti anche a Da Graca oltre Di Pardo, entrato al posto dell’infortunato Bernardeschi. Chiesa al 90′ cala il poker con il più semplice dei gol a porta vuota.

Juve Spal 4-0: risultato e tabellino

Reti: 16′ rig. Morata, 33′ Frabotta, 78′ Kulusevski, 90+4′ Chiesa

Juventus (4-4-2): Buffon; Demiral (83′ Da Graca), De Ligt, Dragusin, Frabotta (66′ Alex Sandro); Bernardeschi (46′ Di Pardo), Fagioli (87′ McKennie), Rabiot, Ramsey; Kulusevski, Morata (66′ Chiesa). All. Pirlo. A disp. Szczesny, Pinsoglio, Chiellini, Arthur, Danilo, Cuadrado, Bonucci, Da Graca

Spal (3-4-2-1): Berisha; Okoli, Vicari (46′ Tomovic), Ranieri (46′ Sala); Dickmann, Esposito (65′ Valoti), Missiroli (86′ Viviani), Sernicola; Brignola, Seck; Floccari (65′ Moro). All. Marino. A disp. Thiam, Minelli, Paloschi, Spaltro, Strefezza

Arbitro: Pezzuto

Ammoniti: 50′ Sernicola, 81′ Chiesa, 85′ Rabiot