Kamikaze si fa esplodere a Baghdad, 29 vittime

kamikaze

Nuovo attentato dell’Isis: un kamikaze si è fatto esplodere all’interno di uno stadio di Baghdad, sarebbero 29 i morti e almeno una sessantina i feriti

Sarebbero 29 le vittime e circa una sessantina i feriti del nuovo attentato rivendicato dall’Isis causato dall’esplosione suicida di un kamikaze.

Dopo Bruxelles, stavolta ad essere presa di mira è Iskandariyah, una cittadina composta da sunniti e sciiti poco distante dalla capitale dell’Iraq, Baghdad.

Secondo quanto riferito dal capo della sicurezza della provincia di Babel, Falah al-Khafaji, l’attentato è stato sferrato alle 19:15 all’interno di uno stadio al termine di una partita di calcio locale.

Il kamikaze avrebbe atteso fino all’ultimo per dare il via al folle gesto, avvenuto in concomitanza con l’assegnazione dei trofei ai vincitori.

“Stavano distribuendo il trofeo ai vincitori, quando l’attentatore suicida si è fatto esplodere in mezzo alla folla”, ha riferito un funzionario della polizia locale.

Per timore dell’insorgere di nuovi attentati, fonti locali hanno riferito che la zona è stata isolata e sgomberata.

L’attentato, rivendicato anche in quest’occasione dall’Isis attraverso il network jihadista Amaq News, potrebbe far salire il bilancio delle vittime a causa delle gravi condizioni in cui versano i feriti.