Laura Bassi, ecco chi era: Google le dedica un doodle

AttualitàLaura Bassi, ecco chi era: Google le dedica un doodle

Oggi il doodle di Google celebra Laura Bassi, prima donna laureata in Biologia e Fisica. Si laureò all’Università di Bologna

Un Doodle per ricordare. Google ha deciso, stamattina, di dedicare il suo doodle a Laura Bassi, la prima donna laureata a Bologna, nell’università più antica d’Europa. Nel 1732, infatti, la donna fu la prima a laurearsi in Biologia e Fisica, e la prima ad intraprendere una carriera accademica nel Vecchio Continente. Per l’occasione, anche l’Ateneo dell’Università di Bologna ha deciso di celebrarla tramite una pagina sul suo sito. In essa, ha scritto un po’ di notizie sulla scienziata.

Laura Maria Caterina Bassi Verati – o Veratti (1711-1778) è la più illustre tra le donne salite in cattedra, nata a Bologna il 29 ottobre 1711.
Nel 1732, il Senato e l’Università di Bologna, dopo averle conferito una laurea in Filosofia, le assegnarono una cattedra universitaria per l’insegnamento della Fisica (allora denominata filosofia naturale). Questo accadde in tempi in cui le donne erano ovunque escluse dagli studi e dalle professioni intellettuali. Nello stesso anno fu cooptata come socia nell’Accademia delle Scienze dell’Istituto di Bologna, un consesso fino ad allora solo maschile. Laura Bassi condusse un’instancabile lotta per ottenere pari condizioni nell’insegnamento. Inoltre, percorse una carriera intellettuale e professionale nell’ambito di istituzioni pubbliche di ricerca e insegnamento in un periodo in cui, in Italia e nel mondo, le università e le accademie erano mondi senza donne.” cita la scrittura nella pagina.

Dunque, a questo punto, c’è da dire che Google ha scelto, nel suo doodle, di dare spazio alla scienza. Quest’ultima è un vero e proprio faro in questo periodo di virus ed epidemie.

Antonio Jr. Orrico
Studente al terzo anno di Scienze della Comunicazione, con una passione innata per il giornalismo, per la scrittura, per la lettura e per la musica.

Covid-19

Italia
113,040
Totale di casi attivi
Updated on 19 September 2021 - 00:57 00:57