È ora di creare: il lavoro manuale come salvezza psicologica

AttualitàÈ ora di creare: il lavoro manuale come salvezza psicologica

Lavoro e vita quotidiana: Ci sentiamo tutti un po’ persi, in questo periodo: non staremo qui a fare una disamina della situazione generale, perché purtroppo la conosciamo tutti a menadito

Lavoro in tempi di Covid. Si salvano dall’incessante martellare delle notizie angoscianti solo alcune remote tribù del Borneo, probabilmente, ma non mettiamo la mano sul fuoco nemmeno per quelle. 

Psicologicamente, poi, siamo davvero minati nelle fondamenta e forse abbiamo bisogno di qualche spunto per mettere la testa da qualche parte che non sia il telegiornale o la prima pagina del giornale che seguiamo online. Cosa ci potrebbe, forse, aiutare in questo? Le prossime righe saranno dedicate ai benefici del lavoro manuale, di qualsiasi lavoro si tratti, per fare in modo che, attraverso il movimento delle nostre mani, la testa possa trovare un po’ di pace.

TROVARE SPUNTI NELLA PRATICITA’

Qualsiasi fosse stato il vostro hobby fino a poco più di un anno fa, è possibile che le possibilità di praticarlo, o di praticarlo al massimo della sua efficacia, siano state spazzate via. Inutile continuare a pensarci, bisognerebbe trovare qualcosa di nuovo da fare, almeno finché la contingenza non ci permetterà di tornare a fare ciò che ci piaceva prima che il “tempo pandemico” iniziasse.
Bene, diamoci da fare: troviamo un nuovo hobby.

Avete sempre desiderato darvi da fare per costruire qualcosa, modificare casa vostra, trovarvi in una situazione che possa mettere alla prova le vostre capacità pratiche? Questo è il momento per mettervi sotto e, dopo aver acquistato tutto ciò che potreste dover acquistare, da una saldatrice tig a un semplice trapano, ecco che potrete finalmente dare spazio a qualcosa che ancora non eravate pronti per fare.

Costruire, modificare o, come linea guida generale, metterci al lavoro con le mani, potrebbe rappresentare la giusta via d’uscita per cavarcela. Non avremo bisogno di grandi spazi: un cortile potrebbe bastare, basterà chiedere ai nostri vicini di casa cosa ne pensano, magari loro stessi hanno in animo di industriarsi nel vostro stesso campo. Dopodiché, il vostro progetto potrà avere inizio, magari anche con l’aiuto di qualche tutorial.

Questo vi darà nuovi stimoli e nuove spinte, dato che un nuovo progetto è sempre fonte di grande ispirazione e di pacificazione interiore; potremmo anche scoprire nuove sorprendenti capacità che non sapevamo minimamente di possedere e, chi lo sa, tutto questo lavoro magari potrebbe anche dare una svolta alla nostra vita, permettendoci di ricavarne non solo un nuovo hobby ma anche una nuova prospettiva lavorativa.

No, non stiamo dicendo che tutti possiamo essere artisti, diciamo solo che l’arte è una delle possibili applicazioni di questa rinnovata voglia di fare, ma non è certo l’unica possibile fonte di guadagno: costruire qualcosa, acquistare tutto l’occorrente per farlo, è utile anche per venderla in un secondo tempo, sia che sia un pezzo d’arte, sia che non abbia nulla a che vedere con questo campo. 

La nostra salute è importante e quella psicologica è troppo spesso messa in secondo piano: torniamo a lavorare con le nostre mani, mettendo in gioco abilità che solitamente non ci vengono richieste, per scoprire nuovi lati di noi e trovare nuove sfide da affrontare in questo tempo mesto.

Redazione ZONhttps://zon.it
I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.

Covid-19

Italia
113,040
Totale di casi attivi
Updated on 18 September 2021 - 23:57 23:57