Lazio-Sampdoria
Foto: YT SS Lazio

Momenti di tensione oggi a Formello con Inzaghi che ha provato a ricucire con l’attaccante ecuadoriano

Era necessario un chiarimento dopo i fatti di Milan-Lazio, e Simone Inzaghi ci ha provato. Dopo l’esclusione, giudicata punitiva, di Caicedo per il match contro i rossoneri i due hanno parlato e provato a ricucire il rapporto in allenamento, ma la situazione è subito precipitata.

Potrebbe interessarti:

Tutto è iniziato con il tecnico che oggi, durante la seduta, decide di spiegare a Caicedo i motivi dell’eslusione contro il Milan. A San Siro, infatti, Inzaghi ha tenuto fuori l’attaccante facendo partire dal 1′ un acciaccato Correa che infatti è uscito dopo appena mezz’ora. A quel punto l’ingresso di Muriqi e non dell’ecuadoriano è apparso come un palese atto punitivo verso Caicedo che aveva espresso a Tare la voglia di cambiare aria.

Tornando ad oggi, secondo quanto riportato da calciomercato.com, Caicedo ha interrotto subito il tentativo di Inzaghi di dialogo e si è allontanato, deluso e arrabbiato, pronunciando diverse parole di risentimento. L’attaccante ora, più di prima, vuole lasciare la lazio a tutti i costi e giocarsi le sue carte in un’altra squadra. Nella formazione bincoceleste, l’attaccante è stato spesso decisivo da subentrato, ma è chiaro che un giocatore come lui non si può accontenatre dei pochi minuti concessi fin qui da Inzaghi.

Volontà del giocatore, che però si scontra con le indicazioni proprio di Inzaghi alla società: “Caicedo non si tocca”. Per il tecnico biancocelste, infatti, Caicedo rappresenta un’alternativa importante in attacco e già nel week-end la sua presenza è fondamentale vista l’assenza di Correa.

Tuttavia ormai il vaso sembra essere rotto e difficilmente l’attaccante cambierà idea, ma i prossimi giorni saranno decisivi per capire il suo futuro.

Letture Consigliate