Locatelli, Juventus
Fonte immagine: Twitter Locatelli

In un intervista al prestigioso quotidiano francese, Locatelli si è detto pronto per il grande salto in una big

Dall’esordio in pompa magna con il Milan alla rinascita con il Sassuolo, la parabola di Manuel Locatelli è attualmente al suo picco massimo e per lui si prospetta un’estate lunghissima: prima gli europei con l’Italia e poi il lungo calciomercato.

Potrebbe interessarti:

In un’intervista esclusiva a l’Equipe il centrocampista azzurro ha parlato a tutto tondo del suo futuro e delle sfide che lo aspettano a partire dalla prossima stagione: “Sono aperto ad un’esperienza all’estero, ci sono treni che non passano due volte”.

Dopo una stagione da protagonista con il suo Sassuolo, Locatelli si è affermato anche in campo internazionale con la nazionale di Roberto Mancini che gli ha dato quella consapevolezza che gli mancava per compiere definitivamente il grande salto in una big: “Vedere Verratti, Florenzi e Kean a quei livelli fa venire la voglia. Il Paris SaintGermain è un top club, oltre agli italiani ci sono Neymar e Mbappé che sono tra i primi cinque giocatori al mondo e Parigi è una bella città”.

I quarti di finale tra Psg e Bayern Monaco sono stati fantastici. Sono stato impressionato dalla qualità dei passaggi, frutto della differenza tra giocatori normali e campioni. In Serie A c’è il potenziale per fare altrettanto, ma ci arriveremo tra due o tre anni“.

Porte aperte al PSG quindi, che insieme al City di Guardiola e alla Juventus sono le pretendenti numero uno per accaparrarsi il regista scuola Milan. Il capitolo Sassuolo sembra arrivato ormai al capolinea ma Locatelli sarà sempre grato ai neroverdi: “Sarò sempre grato al Sassuolo perché ha creduto in me quando molti dubitavano, ma sappiamo tutti qual è la cosa migliore per quest’estate“.

Idee chiare di un ragazzo che a 23 anni si sente pronto per grande salto, sicuro dei suoi mezzi e con una maturità tecnica e mentale difficile da trovare alla sua età.

Letture Consigliate