Lotito
immagine da Youtube

Con la promozione in Serie A della Salernitana, Lotito dovrà vendere il club pena l’esclusione dal torneo: fissato il termine per la cessione

Claudio Lotito, presidente della Lazio e co-patron della Salernitana, avrà tempo fino al 25 giugno per vendere una delle due squadre. In caso di inadempimento la pena sarà la non ammissione al campionato. Questo è quanto ha stabilito il Consiglio federale riunito oggi a Roma, concedendo dunque all’attuale proprietà della Salernitana una proroga di 14 giorni per portare a termine la cessione in ossequio al dettato dall’articolo 16 bis delle Noif. L’articolo, come noto, vieta il possesso di più di una società in capo allo stesso soggetto.

Potrebbe interessarti:

Inizialmente, infatti, il termine ultimo entro il quale Lotito avrebbe dovuto procedere alla cessione a titolo oneroso della Salernitana era fissato per l’11 giugno. Questo in considerazione del fatto che la Salernitana è stata promossa in Serie A il 10 maggio.

Ad avere la peggio potrebbe essere proprio il club campano. Se non verrà ceduta una delle due società di Lotito, infatti, sarà la Salernitana a non potersi iscrivere al campionato di Serie A. La spiegazione di risiede nella circostanza per cui è la Salernitana il club sopravvenuto ed è dunque la sua promozione in Serie A che ha fatto scattare il conflitto di interessi.

Letture Consigliate