Italia, contro la Grecia in maglia verde: ecco perché



maglia verde italia
Foto: FIGC

Sabato sera, l’Italia di Roberto Mancini scenderà in campo contro la Grecia allo Stadio Olimpico di Roma in maglia verde. Ecco perché

Importante novità per quanto concerne l’Italia di Roberto Mancini: in occasione della sfida contro la Grecia, gara decisiva per il passaggio agli Europei del 2020, la Nazionale sfoggerà una maglia verde.

Perché questa scelta? Direttamente dagli archivi, rinnovato per una nuova generazione di giocatori, PUMA Football ha creato un kit verde per la Nazionale che si ispira al periodo rinascimentale e celebra i tanti giovani talenti che stanno diventando sempre più protagonisti dei successi degli Azzurri.

Come spiega il sito ufficiale della Federazione Italiana Giuoco Calcio, il kit segna una nuova era per la Nazionale nel momento in cui un gruppo di giovani calciatori sta conquistando un ruolo importante nella rosa Azzurra (12 calciatori tra quelli in raduno da oggi a Coverciano hanno 25 anni o meno). Con motivi ispirati ai tessuti e all’architettura del Rinascimento, il colore verde del kit risale alla “Maglia Verde” indossata per un’unica volta dall’Italia durante la vittoria per 2-0 contro l’Argentina nel dicembre 1954 allo Stadio Olimpico di Roma.

Dopo quell’occasione, le Nazionali giovanili hanno adottato il verde come Home kit. L’azzurro, infatti, è rimasto per anni un’esclusiva della Nazionale maggiore, un obiettivo da raggiungere per i giovani in maglia verde.

La nuova maglia, che farà il suo esordio il 12 ottobre in occasione di Italia-Grecia nello stesso Stadio Olimpico dove 65 anni fa fu protagonista la precedente maglia verde, presenta una grafica all-over ispirata al Rinascimento, una celebrazione del passato, del presente e del futuro della cultura italiana. Il kit fa parte di una più ampia collezione caratterizzata dalla graficarinascimentale creata in esclusiva per la FIGC con l’obiettivo di dare un’ondata di novità sia in campo che fuori.

Il verde – dichiara il presidente federale Gabriele Gravina – simboleggia il grande lavoro che stiamo facendo con i giovani e la Nazionale di Mancini ne è un esempio straordinario. Vogliamo celebrare il rinascimento del calcio italiano, in campo e fuori, con un simbolo che non sostituisce l’azzurro, ma lo rende ancora più luminoso“.

Leggi anche