Manchester City choc: il club escluso dalle Coppe europee per 2 anni



Guardiola, Manchester City
Foto: YT Manchester City

Stangata dell’UEFA nei confronti del Manchester City: il club inglese è stato condannato per aver violato il Fair Play Finanziario

Notizia bomba direttamente dall’UEFA: il Manchester City è stato escluso per due anni dalle competizioni europee. L’annuncio è arrivato nella prima serata odierna: il motivo è legata alla violazione dei parametri del Fair Play Finanziario da parte del club inglese, che ha prontamente replicato e annunciato ricorso al TAS.

Oltre all’esclusione dalle coppe, anche 30 milioni di euro di multa per i Citizens ma attenderanno un’ulteriore responso prima di pagare la sanzione da parte dell’UEFA.

Il comunicato del club

Subito dopo la decisione dell’esclusione, è arrivato il comunicato di replica da parte del club inglese: Il Manchester City è sconcertato, ma non sorpreso dall’annuncio della Camera Giudicante dell’UEFA. Il club ha sempre fatto presente la necessità di un organo indipendente e imparziale, considerata la grande mole di evidenti prove a supporto della propria posizione”.

A dicembre 2018, il capo investigativo della UEFA ha pubblicamente anticipato l’esito e la sanzione che voleva fosse comminata al Manchester City, prima che l’indagine fosse addirittura iniziata. Il processo che ne è seguito, pieno di fughe di notizie da parte della UEFA, ha reso chiaro come non vi fossero dubbi sull’esito. Il club ha rispettato le indicazioni degli organi disciplinari UEFA, come dimostrato dalle decisioni del TAS”.

“Semplicemente, questo è un caso iniziato dalla UEFA, perseguito dalla UEFA e giudicato dalla UEFA. Alla fine del giudizio pregiudiziale, il Club ne cercherà uno imparziale il prima possibile, e come prima cosa avvierà il procedimento innanzi al TAS non appena possibile”, si conclude la nota.

Leggi anche