Maradona, Serie A
Foto: Twitter Napoli

Le prime ricostruzioni delle ultime ore del pibe de Oro. La passeggiata, la crisi respiratoria e le nove ambulanze per salvarlo

Ieri a 60 anni, il mondo ha dovuto dire addio a Diego Armando Maradona. Ora iniziano a trapelare i dettagli delle sue ultime ore di vita. E’ il quotidiano spagnolo Marca ha fornire una prima ricostruzione prima della tragica morte. 

Potrebbe interessarti:

Secondo quanto riportato dal giornale spagnolo, Maradona si sarebbe svegliato intaro alle ore 10 del mattino, avrebbe bevuto qualcosa per poi uscire a fare una piccola passeggiata nei pressi della sua abitazione in Argentina. Dopo la piccola uscita sarebbe ritornato di nuovo a letto. 

Alle 12 circa l’inizio della fine. Tutte le apparecchiature presenti nella sua stanza da letto hanno iniziato a dare l’allarme al personale medico presente e ai familiari. Subito allertati i soccorsi, sono arrivate nel giro di pochi minuti 5 ambulanze. Maradona, però, non avrebbe mai dato segni di reazione ai vari tentativi dei medici e dei soccorritori di rianimarlo. Alle 13 circa, poi, la tragica morte.

Sempre nella giornata di ieri, poi, è stata effettuata l’autopsia sul corpo del campione argentino. Gli esami, svolti all’ospedale di San Fernando, hanno evidenziato un’insufficienza cardiaca acuta, con cardiomiopatia dilatativa come causa finale di morte. Tuttavia è stato comunicato che verranno effettuati degli esami tossicologici per capire se Maradona avesse assunto droghe alcool o farmaci prima del decesso.

Letture Consigliate