Massimo Poggio incontra la giuria dei più piccoli

A calpestare il Blue Carpet del Giffoni Film Festival 2015 anche Massimo Poggio, rinomato attore italiano che ha risposto con entusiasmo alle tante domande della Giuria Elements +10

Nella settima calda giornata del Giffoni Film Festival 2015, un attore poliedrico ed italianissimo ha calcato il rinomato Blu Carpet: Massimo Poggio, reduce dagli ultimi successi della Fiction Solo per amore e Sfida al cielo – La narcotici 2.

Con entusiasmo il celebre attore alessandrino ha risposto alle pungenti domande della Giuria Elements +10 composta da oltre 800 bambini scatenati.

Moltissimi gli argomenti trattati nei vari quesiti posti dai ragazzi: l’importanza dello studio, la volontà di mantenere separato il mondo lavorativo con la vita privata, la voglia di mettersi in gioco, passando anche per la grande passione per lo sport e il suo impegno per il sociale e l’ambiente.

“Se non avessi fatto l’attore, probabilmente avrei fatto il pompiere!”

Un botta e risposta simpatico e fluido con i piccoli giurati che non si sono lasciati intimorire dalle telecamere, ma che anzi hanno dato del filo da torcere all’attore con domande impertinenti e precise.

“Momenti di imbarazzo sul set? Si, capitano! L’importante è non perdere la calma e ritrovare la forza di andare avanti.”

Massimo Poggio si presenta come un “ragazzo dalla porta accanto”, nonostante una carriera di tutto rispetto che comprende teatro, cinema e televisione.

Dopo uno studio di recitazione presso la Scuola dell’Azienda Teatrale alessandrina e la Scuola del Teatro Stabile di Torino, il debutto in teatro, l’ascesa nel panorama televisivo e la partecipazione a Fiction di successo come: l’Avvocato delle donne (1996), Ama il tuo nemico ( 1999), L’uomo del vento (2001), Le ragioni del cuore e tante altre ancora, lo hanno consacrato uno degli attori italiani più acclamati.

Ad accompagnare Massimo Poggio sul palco del Giffoni Film Festival anche Barbara Degani sottosegretario all’Ambiente per parlare del lato “green” del Festival, grazie al Progetto didattico Obiettivo Alluminio Movie Experience 2015” , rivolto agli studenti delle scuole superiori italiane al fine di sensibilizzare i giovani alle problematiche relative il riciclo degli imballaggi in alluminio e la raccolta differenziata.