MC4R: se ce l’avete, sappiate che siete destinati ad una condizione di obesità



MC4R

MC4R: se ce l’avete, sappiate che siete destinati ad una condizione di obesità. MC4R è infatti un gene presente nel dna e che costituirebbe una variante che, se presente nel nostro codice genetico, spingerebbe l’individuo verso i cibi più dannosi

MC4R: se ce l’avete, sappiate che siete destinati ad una condizione di obesità. MC4R è infatti un gene presente nel dna e che costituirebbe una variante che, se presente nel nostro codice genetico, spingerebbe l’individuo verso i cibi più dannosi.

Secondo quanto afferma uno studio dell’Università di Cambridge infatti, grassi e fritti costituirebbero una tentazione particolarmente ricorrente nelle persone dotate di questa anomalia genetica. Gli individui portatori delle diverse varianti di MC4R portano con sé un recettore presente nei neuroni dell’ipotalamo, responsabile della regolazione dei comportamenti alimentari, e quindi cagionerebbe la predilezione quasi esclusiva verso alimenti grassi o fritti.

I ricercatori hanno sperimentato questa teoria mettendo a confronto le preferenze alimentari di 14 portatori di questa variante, la quale è responsabile della minore funzionalità della via di segnalazione basata sulla melanocortina, un ormone. Nell’esperimento sono stati contrapposti altrettanti individui di costituzione magra. L’alimento usato per l’esperimento è stato il pollo al curry, cucinato con tre diversi contenuti di grassi, bassa, media e alta, ma dall’aspetto, la consistenza e il sapore assolutamente identici. Il risultato ha mostrato come i portatori della variante genetica dell’MC4R mangiassero il pollo con il maggior contenuto di grassi, e facevano anche il bis, il tutto in una percentuale quasi raddoppiata rispetto agli individui magri.

Il direttore dello studio, Sadaf Farooqi, ha spiegato il fenomeno “Il nostro lavoro dimostra che anche se controlliamo scrupolosamente l’apparenza e il sapore del cibo il nostro cervello riesce a individuare i nutrienti che vi sono contenuti”. E allora come si fa? Si è arrivati a pensare a personalizzare ogni dieta, con una formula diversa per ognuno che contempli anche questa nuova variante genetica. Secondo le ultime stime, infatti, questa anomalia legata a MC4R, riguarda una persona obesa su 100.

 

Leggi anche