uragano matthew

Resta alta l’allerta negli Stati Uniti in seguito all’avviso dell’ arrivo dell’uragano Matthew, considerato il più pericoloso degli ultimi 118 anni

[ads1]

Potrebbe interessarti:

La natura sa essere tanto bella quanto disastrosa e gli Usa hanno una certa esperienza in merito.

L’uragano Matthew infatti, sta avanzando minaccioso verso la Florida a una velocità di 22 chilometri orari. Dopo aver distrutto i Caraibi causando la morte di 340 persone, si sta indirizzando verso gli Stati Uniti. Ciò che preoccupa gli studiosi è la grande potenza che caratterizza questo uragano rispetto agli altri, al punto da essere considerato uno degli avvenimenti atmosferici più potenti e pericolosi negli ultimi 118 anni.

Anche se la densità dell’uragano sembra essere diminuita, l’allerta nel Paese resta comunque molto alta.  Il Centro nazionale per gli uragani statunitense (Nhc) ha spiegato che alle 2 locali (le 8 del mattino in Italia), il ciclone si trovava a circa 70 chilometri a est di Vero Beach e a 125 chilometri a sud-est di Cape Canaveral, il punto in cui, con molta probabilità, toccherà terra nelle prossime ore.

Per tale ragione, la Florida ha dichiarato lo stato d’emergenza, come anche la Georgia, il South e il North Carolina. Quasi 2 milioni di persone negli Usa sono state evacuate e il governatore della Florida, Rick Scott, ha pregato alle persone della zona ad abbandonare le proprie abitazioni per seguire l’indicazione data dalle autorità.

Nel frattempo sono in 140 mila le famiglie che si trovano senza corrente nella zona di Palm Beach e Martin.

[ads2]

 

Letture Consigliate