Migranti, Amnesty International attacca l’Italia per la sua repressione



Amnesty International

Nel mirino di Amnesty International c’è il Decreto Sicurezza di Matteo Salvini. Secondo la ONG, aumenta gli immigrati irregolari

Il Governo (anzi, Matteo Salvini) e le ONG, storia di un confronto che si protrarrà per tantissimo tempo. Dopo le continue punzecchiature con Open Arms, ci pensa Amnesty International a mettere nel mirino l’esecutivo e il ministro dell’Interno.

Nel suo ultimo rapporto, infatti, l’organizzazione ha contestato a pieno titolo il Decreto Sicurezza ufficializzato la scorsa settimana.
Contiene misure che erodono gravemente i diritti umani di richiedenti asilo e migranti.“, così l’ONG ha scritto nel rapporto.

Amnesty International non è nuova ad attacchi del genere. Il report, infatti, non ha risparmiato critiche anche sul fronte razziale, sulla vendita di armi e sugli sgomberi forzati.
Le autorità hanno ostacolato e continuano a ostacolare lo sbarco in Italia di centinaia di persone salvate in mare, infliggendo loro ulteriori sofferenze e minando il funzionamento complessivo del sistema di ricerca e salvataggio marittimo. La nuova legge avrà l’effetto di fare aumentare il numero di persone in stato di irregolarità presenti in Italia, esponendole ad abusi e sfruttamento.

L’ultimo punto critico su cui si focalizza è il “massiccio ricorso da parte di alcuni candidati e partiti politici a stereotipi e linguaggio razzista e xenofobo per veicolare sentimenti populisti, identitari nel corso della campagna elettorale.

Leggi anche