Milan e la rinuncia all’Europa League: lo scenario per Roma e Torino

Milan, Uefa, roma, torino
Foto: profilo facebook ufficiale Uefa

La vicenda Milan-Uefa e la possibile non partecipazione alla prossima Europa League coinvolge anche Roma e Torino: lo scenario

Ore caldissime in casa Milan per la vicenda con la Uefa: il club rossonero sembra orientato a rinunciare al posto in Europa League per rientrare con il Fair Play Finanziario ed evitare sanzioni da Nyon. Un prospetto che interessa anche a Roma e Torino.

Infatti, giallorossi e granata restano in grande attesa per la decisione che è attesa in tempi brevi a questo punto, visto che l’accordo tra le parti sembra essere imminente (prevista per oggi la sentenza).

Gli scenari

ESCLUSIONE DALL’EUROPA LEAGUE – Sono due le possibili strade che il Milan potrebbe intraprendere: la prima, è quella di un’esclusione commissionata dalla UEFA, in accordo con il club rossonero. Queste scelta (sembra essere anche quella preferita dal club rossonero) permetterebbe dunque alla Roma di prendere il posto della società di Elliott nella fase a gironi di Europa League. In luogo dei giallorossi, a giocarsi il doppio preliminare di EL sarà il Torino, classificatosi dietro i giallorossi nell’ultimo campionato di Serie A disputato (Articolo 4.08 del regolamento UEFA).

RINUNCIA E ‘PENALITÀ’ PER L’ITALIA – L’altra strada è quella della rinuncia o rifiuto di prendere parte all’Europa League. Questa strada andrebbe a penalizzare tutto il movimento italiano: già perché, secondo l’Articolo 4.04 del regolamento UEFA, in questo caso non ci sarà una squadra che andrà a sostituire il Milan ma resterà una casella vacante nella lista delle 7 squadre italiane aventi diritto a partecipare ad una competizione europea. In questo caso, rimarrebbe beffato il Torino, mentre la Roma resterà a giocarsi il doppio preliminare di Europa League.

Dunque, tutto si deciderà in breve tempo: il Milan e la UEFA si avvicinano all’accordo e Roma e Torino attendono notizie positive provenienti da Nyon.